08/08/2020

ROSOLINA MARE

Dopo 22 anni di attesa risolto l'omicidio dei Casoni

Nel 1998 madre e figlia vennero trovate trucidate a sprangate all'interno del chiosco che gestivano

Incredibile: risolto dopo 22 anni l'omicidio dei Casoni

ROVIGO - Rappresentava il "cold case" per eccellenza o, per dirla, meglio, con termini nostrani, il "caso irrisolto" per eccellenza del Polesine. L'omicidio dei Casoni, avvenuto nel 1998, sulla omonima spiaggia di Rosolina Mare, dove madre e figlia adottiva, Elisea Marcon e la figlia adottiva Cristina De Carli, vennero trovate trucidate a sprangate, all'interno del chiosco che gestivano. La prima morta, la seconda agonizzante: non sopravvisse. Erano entrambe di Paese, nel Trevigiano, ma, per la stagione, si spostavano per gestire il chiosco.

Un brutale omicidio che ha costituito un rebus, per gli inquirenti, per oltre 20 anni. Di recente, l'indagine era stata riaperta, con l'iscrizione sul registro degli indagati di due cittadini della Repubblica Ceca. Ora, però, arriva una novità sconvolgente. L'omicida potrebbe essere Gaetano Tripodi, condannato all'ergastolo con l'accusa di avere ucciso e decapitato, a Roma, la ex moglie Patrizia Silvestri. Un delitto che avvenne nel maggio del 2006.

Successivamente alla sua morte, il profilo genetico è stato inserito nel database (pratica ancora non abituale nel 2006) e ha dato riscontro rispetto alle tracce trovate sugli abiti delle due donne massacrate ai Casoni. La Procura di Rovigo, di conseguenza, ha aperto un fascicolo, delegando le indagini ai Carabinieri.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette