24/10/2020

ALLARME SICCITA'

"Stiamo già irrigando come se fosse estate"

A spiegarlo è il presidente del Consorzio di bonifica Adige Po, Roberto Branco: "Le ultime piogge consistenti sono cadute poco prima di Natale"

Po Siccità 2

ROVIGO - "Stiamo vivendo un momento di crisi sotto molteplici punti di vista. La pandemia ha messo in grosse difficoltà anche tutto il sistema economico della provincia di Rovigo. Il Consorzio di Bonifica Adige Po con sede a Rovigo, fornendo servizi pubblici essenziali, non ha mai sospeso le attività di sicurezza idraulica e di derivazione e distribuzione dell’acqua per il servizio irriguo nonostante il coronavirus". E’ quanto afferma Roberto Branco, Presidente del Consorzio.

E continua: "Soprattutto per quanto riguarda l’irrigazione già da metà marzo abbiamo operato con consistente anticipo rispetto agli altri anni per garantire il prelievo e la distribuzione di acqua irrigua come fossimo già in piena estate per far fronte ad un periodo siccitoso eccezionale. Le ultime piogge consistenti sono cadute poco prima di Natale e da allora, nonostante qualche temporale locale, sono caduti mediamente 75 millimetri in quasi 5 mesi, pari a circa un terzo della media dello stesso periodo. Fortunatamente i fiumi Adige e Po consentono rispettivamente a Boara Pisani e Pontelagoscuro portate e livelli idrici tali da poter effettuare il prelievo di acqua ad uso irriguo".

"Relativamente alla crisi economica il Consiglio di Amministrazione del Consorzio ha prorogato le scadenze del pagamento del tributo consorziale di due mesi spostando le due rate rispettivamente dal 30 aprile al 1 luglio e dal 30 giugno al 1 settembre con uno sforzo economico consistente in quanto i consumi di energia elettrica e gli acquisti di servizi e materiali non hanno subito proroghe. Il Presidente Branco ricorda ancora che gli uffici sono in piena attività ma l’accesso del pubblico è contingentato. Chi ha bisogno degli uffici dovrà preventivamente contattare via mail, via fax o telefonicamente le persone di riferimento, concordare data ed ora dell’appuntamento. Per l’accesso riservato ai consorziati questi dovranno indossare mascherine e guanti o sanificare le mani e dichiarare che non hanno febbre eventualmente supportati da termometri messi a disposizione dell’ente.

"Nonostante tutte le difficoltà operative conseguenti agli effetti della pandemia - continua il presidente Branco - ed alla necessità di limitare la presenza del personale negli uffici utilizzando il lavoro a distanza la macchina operativa del Consorzio ha continuato a funzionare ed a fronte delle immancabili difficoltà si è provveduto con il massimo dell’impegno a cercare soluzioni volte a garantire i servizi essenziali di difesa idraulica ed irrigazione"

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette

8 nuovi casi in Polesine: un altro studente e due positivi in casa di riposo
CORONAVIRUS IN POLESINE

Nuovi casi di covid in casa di riposo