27/10/2020

CORONAVIRUS IN POLESINE

Al via a Trecenta la musicoterapia per i pazienti Covid

A comunicarlo il direttore generale Compostella

Dottoressa aggredita nell'ospedale di Trecenta

TRECENTA - Nel contesto specifico dell’emergenza Covid-19, in via del tutto sperimentale, l'Azienda Ulss 5, in questi giorni fa partire un intervento di “somministrazione musica d’ascolto ricettivo/passivo”  dedicato a un gruppo rispetto di pazienti autosufficienti o collaboranti dal punto di vista cognitivo dell’area medica Covid.

Diversi studi di trattamento dimostrano che la musicoterapia può essere validamente ed  efficacemente integrata alla dimensione clinica ed assistenziale del nursing.

L’intervento è stato approvato dalla Direzione Generale è prevede la presenza dell’infermiera Sara Magon, maestra d’orchestra, direttrice del Coro Vox Harmonica, per due ore la settimana presso la Semintensiva Pneumologica di Trecenta: “Questo percorso ha l’obiettivo di promuovere ed aumentare nell’assistito il benessere, ridurre il carico emotivo di ospedalizzazione, facilitare l’accompagnamento in un percorso di cura complesso ed in particolare sperimentare la presenza infermieristica come attività di cura, anche attraverso la comunicazione sonora - spiega il Direttore Generale -  risultati che si prevedono di ottenere sono una riduzione significativa dell’ansia percepita dal paziente, effetti positivi sul rilassamento con miglior percezione del ricovero e aumento della percezione del benessere”.

In particolare come “Facilitatore” l’infermiere è presente durante l’ascolto di musica scelta dal paziente per stimolare il potenziale di salute, influenzare positivamente le emozioni e i sentimenti.  

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette