24/09/2020

CORONAVIRUS IN POLESINE

Le biblioteche: "Siamo al lavoro per poter ripartire in totale sicurezza"

Il Centro Servizi SBP sta svolgendo un lavoro di condivisione di informazioni con i bibliotecari e l’Associazione Italiana Biblioteche

72852

ROVIGO - Nonostante le chiusure delle biblioteche il Sistema Bibliotecario Provinciale ha continuato a lavorare in queste settimane, concentrandosi essenzialmente in due direzioni: da un lato fornire assistenza ai bibliotecari impegnati nelle attività di back office in varie modalità, dall’altro, giocando d’anticipo sulla raccolta di indicazioni e informazioni utili ad affrontare in modo efficace la ripartenza della cosiddetta fase 2 che, per il comparto delle attività ed istituti culturali, pare fissataal prossimo 18 maggio.

L’ormai famosa tabella delle classi di rischio, elaborata dalla task force diretta da Vittorio Colao sulla base dei codici Ateco e diffusa il 16 aprile scorso, ha assegnato alla classe R91 - Attività di biblioteche, archivi, musei ed altre attività un livello di aggregazione alto (3 su scala di 4) ma un rischio integrato “basso”, il che obbligherà ad adottare alla riapertura dispositivi e norme di comportamento che consentano di tutelare la salute di utenti e lavoratori sulle quali, per ora, non sono state fornite indicazioni ufficiali. Ciononostante il dibattito a tutti i livelli nella comunità bibliotecaria internazionale è serrato e i temi in discussione sono diversi: i servizi compatibili con le limitazioni imposte, la regolamentazione per il distanziamento sociale, i tempi di permanenza del virus sulle superfici e per la quarantena dei documenti, gli strumenti, i dispositivi e i servizi digitali utili a garantire i servizi di pubblica lettura in sicurezza.

In questa fase il Centro Servizi SBP sta svolgendo un lavoro di raccordo e condivisione di informazioni con i bibliotecari e di confronto con gli altri sistemi bibliotecari veneti e l’Associazione Italiana Biblioteche. Nei giorni scorsi, raccogliendo l’invito dagli operatori del territorio, la Provincia ha inviato la richiesta di un parere a Prefettura e Asl per avere indicazioni condivise sulla possibilità di erogare il servizio di prestito e sulle modalità di gestione del servizio e trattamento dei materiali.

Su altro fronte è stata attivata una nuova funzione per la prenotazione dei materiali bibliografici presenti nel catalogo collettivo polesano a distanza. Si tratta di un’opportunità importante offerta agli enti aderenti per regolare gli accessi in biblioteca: gli utenti potranno richiedere alla propria biblioteca le credenziali per accedere alla modalità di prenotazione da casa, sia da pc che da smartphone o tablet. A disposizione anche una nuova guida che descrive le nuove funzioni che consentono anche il controllo sui propri prestiti e il proprio storico.

Sempre sul fronte dei servizi digitali per le biblioteche è stata colta l’occasione delle chiusure per implementare funzioni che permetteranno ai bibliotecari di gestire con maggior efficacia ed efficienza i servizi: da una nuova release dell’applicativo gestionale a nuove funzioni di stampa automatica delle etichette e di assegnazione automatica del numero di inventario.
Una collaborazione è stata avviata per mettere a punto un inedito servizio di digital lending dell’Accademia dei Concordi, per il prestito di documenti digitali.

Nel contempo ferve il confronto sulla ripartenza anche nella chat dei bibliotecari SBP attivata dal Centro Servizi SBP, dove vengono condivisi documenti, dibattiti in streaming, persino suggerite occasioni formative di aggiornamento su temi come il diritto d’autore e la gestione del materiale librario e archivistico in tempi di emergenza sanitaria.
L’obiettivo ora è arrivare pronti alla ripartenza, consapevoli che molti servizi dovranno essere ripensati e riorganizzati probabilmente in forme inedite, a partire da quelli di promozione della lettura per i ragazzi e le collaborazioni con le scuole.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette