29/10/2020

L'INTERVISTA

"Aspettiamo di aprire e speriamo che la gente abbia ancora voglia di uscire"

Parla Remigio Lucchin,  titolare delle Betulle e rappresentante ristoratori per Confesercenti

ROVIGO - “Siamo tutti nella stessa barca, in attesa di direttive precise, che speriamo arrivino presto, per poter ricominciare”. Remigio Lucchin,  titolare delle Betulle e rappresentante ristoratori per Confesercenti, come tantissimi altri ristoratori, è in attesa delle linee guida per poter ricominciare. “Certo, noi, tutto sommato, siamo fortunati perché di fronte al nostro ristorante abbiamo un piccolo spazio verde esterno che stiamo pensando di utilizzare come plateatico. Stiamo facendo alcune ipotesi su quanti posti saremmo in grado di tenere, ma tutto dipende dalle misure di sicurezza: quanti metri di distanza bisognerà tenere tra i vari tavoli, uno o due? Per quanto riguarda i tavoli in sé, invece, si tratterà soprattutto di ridurre il numero dei tavoli, di utilizzarne di più grandi e tagliare, chiaramente, i posti disponibili”.

“Al di là di tutte queste problematiche, a noi interessa soprattutto ripartire, poter finalmente ricominciare. Anche se l’incognita più grande è come reagirà la gente dopo questo virus. Avrà ancora voglia di uscire e di tornare a una pseudo-normalità o avrà ancora timore? Questa, per noi, è la più grande incognita”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette