30/05/2020

CORONAVIRUS IN VENETO

Cadono i limiti per l'attività motoria: si può andare fuori comune. Ma solo in Veneto

Ecco cosa prevede l'ordinanza di Zaia sull'attività motoria e quella agonistica

"Troppa gente troppo lontano da casa". I sindaci intervengono

VENETO - Si potrà fare attività motoria anche fuori dal proprio comune, basta restare nei confini regionali. Lo spiega la nuova ordinanza del presidente Luca Zaia, in vigore dal 4 maggio (LEGGI ARTICOLO).

Ecco nello specifico cosa prevede l'ordinanza per l'attività motoria e lo sport.

"E' consentito lo svolgimento individuale o con componenti del nucleo famigliare di attività sportiva o motoria quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, camminata, corsa, ciclismo tiro con l'arco, equitazione, tennis, golf, pesca sportiva, canottaggio ecc...Al fine di svolgere l'attività motoria o sportiva di cui sopra, è consentito anche spostarsi con mezzi pubblici o privati per raggiungere il luogo individuato per svolgere tali attività, nei limiti del territorio regionale; è consentita l'attività motoria collegata all'addestramento di animali all'aperto".

Per quanto riguarda l'attività agonistica. "E' consentita la pratica motoria o sportiva individuale nel rispetto del distanziamento di almeno due metri, per atleti professionisti o non professionisti di sport individuali e non individuali, in funzione dell'allenamento agonistico, anche presso impianti sportivi al chiuso o all'aperto ma in ogni caso a porte chiuse, incluse le piscine". 

Infine, "per coloro che volgono attività fisica intensa, non è obbligatorio l'uso di mascherina o copertura durante l'attività fisica intensa, salvo l'obblio di utilizzo alla fine dell'attività stessa". Sarà opportuno quindi tenerla comunque sempre con sé. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette