31/05/2020

CORONAVIRUS IN ITALIA

"Riaprire tutto e subito significa vanificare i sacrifici degli italiani"

Così il Premier questa mattina durante l'informativa alla Camera: "Stanzieremo altri aiuti per imprese e famiglie"

CONTE

Il premier Giuseppe Conte

ITALIA - "Il governo ha sempre compreso la gravità del momento. Quello messo in campo è un modo per far ripartire al meglio la nostra economia senza battute di arresto in futuro. Un approccio non graduale e incauto porterebbe ad una recrudescenza del contagio. Si riapre dal lavoro ma non dalla scuola e dalla socialità", inizia con queste parole l'informativa alla Camera il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte questa mattina per aggiornare il Parlamento sulle azioni messe in campo dal Governo contro la diffusione del coronavirus.

"Nessun Paese ha riaperto tutto insieme. Non possiamo permettere che gli sforzi compiuti risultino vani per imprudenze compiute in questa fase così delicata. Qualsiasi atteggiamento ondivago, come passare dalla politica del "chiudiamo tutto" al "riapriamo tutto", rischierebbe di compromettere in maniera irreversibile questi sforzi. Lo dico in maniera chiara, a costo di apparire impopolare. Il governo non può assicurare in modo immediato il ritorno alla normalità. Siamo ancora dentro la pandemia, non ne siamo usciti. Il 4 maggio è il primo passo fondamentale e necessario affinché tutto il Paese possa incamminarsi sulla strada di una conquista di una vita serena: questa fase sarà di convivenza con il virus e non di liberazione dal virus".

Rispetto alle misure economiche per uscire dalla crisi, Conte ha annunciato, nel prossimo decreto, uno stanziamento di "15  miliardi per le imprese" e ci saranno "25 miliardi per il sostegno al lavoro e al reddito. Saranno poi sbloccati 12 miliardi per le Regioni e gli enti locali". E "per non lasciare indietro nessuno una particolare attenzione sarà data al tema della disabilità, anche dal punto di vista economico".

"Nei prossimi provvedimenti devono avere lo spazio che meritano le famiglie. Sarà cruciale preparare e sostenere progetti territoriali, tutelando anche il diritto al gioco, all'attività motoria, senza compromettere le norme di distanziamento sociale". In vista della stagione estiva, nel provvedimento che il Governo si appresta a varare sarà previsto "un sostegno alle imprese turistiche e alle famiglie, sotto alcune soglie di reddito, con un bonus da spendere nelle strutture ricettive del Paese".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette