05/03/2021

CORONAVIRUS A ROVIGO

"Abbiamo le risorse per aiutare il commercio, usiamole"

Lo chiede il consigliere comunale, Lorenzo Rizzato

"La biblioteca universitaria deve essere trasferita in centro"

ROVIGO - "È sotto gli occhi di tutti che l'emergenza sanitaria si sia trasformata in un enorme emergenza economica e sociale". Lo dice il consigliere comunale Lorenzo Rizzato, esponente della Lega a Rovigo. "Esprimo - prosegue - la mia più profonda vicinanza e solidarietà politica, ma soprattutto umana, a tutti i commercianti e le Partite Iva di Rovigo che l'altro ieri hanno tenuto accese le luci dei propri locali come segno di protesta e che scenderanno in piazza domenica".

"Sono assolutamente necessarie risposte immediate e idee concrete per sostenerli da parte di tutte le istituzioni e anche il Comune deve fare la sua parte. Sono già state avanzate diverse idee e proposte da parte del mio gruppo consiliare, oltre ad aver chiesto a più riprese di mettere da parte le polemiche di natura politica per realizzare un tavolo di confronto con la maggioranza per prendere le migliori decisioni per il bene di Rovigo e della comunità rodigina".

"Bisogna intervenire quanto prima e le risorse ci sono: abbiamo per senso di responsabilità votato a favore (con soddisfazione dato che si tratta del recepimento di un nostro precedente emendamento) del maxi emendamento del sindaco che realizzava un fondo da 400mila euro per questa emergenza, oltre ai circa due milioni di euro derivanti dalla sospensione del pagamento della quota capitale dei mutui e la variazione di bilancio di fine maggio. Una delle nostre proposte è quella, con queste risorse, di detassare le imprese e le famiglie rodigine dalle imposte comunali".

Rizzato continua: "Nessuno deve restare indietro: il Comune deve intervenire in particolar modo a sostegno di quelle categorie che secondo il Dpcm continueranno a rimanere chiuse per diverso tempo come per esempio parrucchieri o estetiste, ma anche di attività che dopo la riapertura avranno notevoli cali di fatturato derivati dal rispetto dei limiti come bar e ristoranti". Infine Rizzato conclude ricordando che: "L'amministrazione comunale deve intervenire e sostenere anche tutte quelle attività e botteghe presenti nei quartieri e nelle nostre frazioni, che non sono di certo di secondaria importanza: anzi sono un presidio importante del territorio attorno cui vivono e si sviluppano intere comunità"

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette