24/10/2020

CORONAVIRUS IN POLESINE

La protesta silenziosa: ieri sera, a Rovigo, vetrine illuminate e negozi chiusi

Hanno scelto di manifestare così i commerciati rodigini dopo aver appreso che la cosiddetta Fase 2, per loro non prevede l'apertura prima del 1° giugno prossimo

ROVIGO - Una protesta silenziosa, rispettosa, ma carica di significato, quella messa in atto, nella serata di martedì 28 aprile, dai baristi e ristoratori di Rovigo, che sono rimasti colpiti, in negativo, dalla notizia che il piano messo a punto dal Governo per la ripartenza dopo il lockdown per coronavirus, la cosiddetta Fase 2, per loro non prevede l'apertura prima del 1° giugno prossimo. In tanti, così, hanno scelto di manifestare la propria difficoltà e necessità di aiuto lasciando accesa la luce dei propri locali e, in alcuni casi, restando all'esterno di questi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette

8 nuovi casi in Polesine: un altro studente e due positivi in casa di riposo
CORONAVIRUS IN POLESINE

Nuovi casi di covid in casa di riposo