15/08/2020

L'ACCORDO

Nuove misure per aiutare le famiglie: "Mutui e finanziamenti sospesi per coronavirus"

Abi e associazioni dei consumatori hanno trovato l'accordo. Ecco tutti i dettagli

enrico scarazzati.jpg

Enrico Scarazzati, presidente Lega consumatori Rovigo e vicepresidente nazionale

ROVIGO - "L’Abi e le Associazioni dei consumatori (Acu, Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Asso-Consum, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Confconsumatori, Centro Tutela Consumatori e Utenti, Federconsumatori, La Casa del consumatore, Lega consumatori, Movimento consumatori, Movimento difesa del cittadino, Udicon, Unione nazionale dei consumatori) hanno raggiunto un accordo che amplia le misure di sostegno alle famiglie e ai lavoratori autonomi e liberi professionisti colpite dall'evento epidemiologico da Covid 19". Ne dà notizia la nota stampa di Legaconsumatori.

"L’ accordo - prosegue la spiegazione - si sviluppa nell’ambito di un rapporto di collaborazione e lavoro svolto dalle Associazioni dei Consumatori riconosciute e l’Abi. Rapporto che è strutturato e ben consolidato nel tempo. Questa iniziativa, in particolare si inserisce nell’ambito del protocollo d’intesa 'Crediamoci'".

"L’accordo - spiega l’avvocato Enrico Scarazzati – vicepresidente nazionale  di Lega Consumatori, con delega al settore bancario e presidente della Lega Consumatori Rovigo e Ferrara – prevede, tra le altre cose la possibilità di sospendere fino a 12 mesi la quota capitale delle rate anche dei finanziamenti a rimborso rateale. Grazie a questo accordo potranno essere sospesi, tutti quei mutui contratti per esigenze di liquidità o acquisto di immobili non adibiti ad abitazione principale e i prestiti, non garantiti da garanzia reale, erogati prima del 31 gennaio 2020".

"Tutte queste casistiche – prosegue Scarazzati - fino ad oggi erano rimaste escluse dai provvedimenti di sospensione delle rate, collegati al Fondo Gasparrini e riguarda anche le eventuali rate scadute e non pagate dopo il 31 gennaio 2020 e non determina l’applicazione di alcuna commissione. Per poter accedere alla moratoria devono ricorrere gli stessi requisiti per l’accesso al Fondo Gasparrini".

"Per quanto riguarda i lavoratori dipendenti - spiega Enrico Scarazzati - deve essersi realizzata la cessazione del rapporto di lavoro subordinato, la sospensione o la riduzione dell’orario di lavoro per un periodo di almeno 30 giorni. Mentre per i lavoratori autonomi deve essersi verificata la riduzione di un terzo del fatturato causata dall’evento epidemiologico. Va precisato che l’accordo può essere applicato solo dalle banche che decideranno di aderire e che l’adesione è volontaria da parte dell’istituto bancario".

L'elenco delle banche che adotteranno l’Accordo sarà pubblicato nel sito internet dell'Abi, insieme al modello del modulo di domanda per accedere all'iniziativa. Per qualsiasi informazione Lega Consumatori si rende disponibile attraverso il proprio centralino 0425 727691 mail legaconsumatori.ro@libero.it

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette