20/10/2020

CORONAVIRUS IN POLESINE

Altre quattro operatrici trovate positive, cresce il contagio a Geriatria e Lungodegenza in ospedale

Il direttore generale dell'Ulss 5 Polesana, Antonio Compostella, lo ha annunciato durante il quotidiano bollettino sulla situazione coronavirus

Altre quattro operatrici trovate positive, cresce il contagio a Geriatria e Lungodegenza in ospedale

ROVIGO - Si allarga il contagio in Geriatria all'ospedale di Rovigo dove era stato riscontato, in settimana, un focolaio (LEGGI ARTICOLO). Ci sono, infatti, oggi,  i riscontri dei tamponi di altri quattro operatori sociosanitari dell'ospedale di Rovigo, che lavorano appunto Geriatria. Due, del 1977 e del 1963, sono residenti fuori provincia, sono in isolamento e sorveglianza attiva da parte dell'Ulss di competenza; due, una del 1969 e una del 1972 sono residenti in Polesine, uno a Rovigo, uno nell'Altopolesine, anche loro si trovano in isolamento domiciliare.

"Sono diversi giorni che abbiano notizia di casi di positività di pazienti e di operatori del reparto di Geriatria dell'ospedale di Rovigo - spiega il direttore generale dell'Ulss 5 Antonio Compostella - Noi siamo immediatamente intervenuti, con test rapidi e isolamento e, ora, stiamo ottenendo riscontri di positività. Probabilmente, visto che abbiamo ancora in attesa alcuni tamponi, avremo altre positività, ma, lo ripeto, l'attività di individuazione dei contatti e di isolamento dei caso 'sospetti' è terminata". A oggi, in Geriatria e lungodegenza, tutti i pazienti negativi sono stati posti in isolamento al settimo piano, l'evolversi della loro situazione viene tenuta sotto stretto controllo, con tamponi periodici. "I degenti risultati positivi - prosegue Compostella - vengono invece gradualmente trasferiti a Trecenta, in modo da evacuare gradualmente il reparto, in maniera da procedere a una totale bonifica del reparto stesso".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette