28/05/2020

CORONAVIRUS IN POLESINE

Al via la distribuzione delle mascherine, file lunghissime per il ritiro

Affollatissimi i punti di distribuzione di San Pio e Città Giardino. Ma da domani inizia il porta a porta anche per il centro città e i quartieri

ROVIGO - È iniziata questa mattina la distribuzione delle mascherine ai cittadini della città di Rovigo. Il piano iniziale del Comune di Rovigo era che i cittadini del centro città e dei quartieri andassero a ritirare la propria mascherina (una mascherina per nucleo familiare, due se presente in famiglia almeno un ultrasessantacinquenne) in uno dei quattro punti di raccolta previsti in città nelle giornate di lunedì 30 marzo, martedì 31 marzo e mercoledì 1 aprile (LEGGI QUI). 

Poi il dietrofront, dovuto alla quantità di mascherine disponibili. "Le mascherine saranno consegnate con il porta a porta sia in città che nelle frazioni: domani martedì 31 marzo  inizierà  la consegna. A causa del blocco della distribuzione delle mascherine ai Comuni, ancora in fase di produzione, di cui si è appreso solo in data odierna, il numero delle mascherine fornito dalla Regione Veneto è limitato e non sufficiente per avviare il servizio di distribuzione come organizzato, che prevedeva a partire da oggi la distribuzione porta a porta nelle sole frazioni e presso centri di smistamento per il centro". Così l'avviso ufficiale del Comune di Rovigo.

I punti di distribuzione di oggi sono quindi stati gli unici e già a partire da domani la consegna delle mascherine avverrà porta a porta sia per le frazioni che per il centro storico e i quartieri di Rovigo città (LEGGI QUI).

Nonostante il cambio di rotta da parte del Comune molti i cittadini che hanno scelto, nel pomeriggio di oggi, di recarsi in uno dei due punti di distribuzione (San Pio o Città Giardino) per ritirare la propria mascherina. In entrambi i punti si sono create code di macchine che attendevano di ricevere la propria mascherina. La consegna, infatti, è avvenuta attraverso il finestrino. Presenti al punto di distribuzione alcuni agenti della Polizia Locale con il compito di segnare i dati del cittadino a cui veniva consegnata la mascherina e un volontario della Protezione Civile che, con tutte le protezioni necessarie, consegnava la mascherina della Regione Veneto al cittadino. 

Nella fase di consegna a domicilio della mascherina i dati degli utenti che hanno già ritirato la propria mascherina serviranno a individuare chi ha già ritirato la propria mascherina, evitando di consegnarne alla stessa famiglia una ulteriore. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette

Un altro guarito si riammala
CORONAVIRUS IN POLESINE

Era guarito ma si riammala