22/10/2020

CORONAVIRUS IN POLESINE

Sono sei i nuovi casi, altri due infermieri contagiati a Urologia

Ecco i dati del bollettino del direttore generale dell'Ulss 5 Antonio Compostella

compostella 2

Il direttore generale dell'Ulss 5 Antonio Compostella

ROVIGO - Una novantina di ricoverati, 12 dei quali in terapia intensiva, in Veneto, nelle ultime 24 ore. Questo il dato dal quale parte il direttore generale dell'Ulss 5 Antonio Compostella. "Questo losignifica che, a livello veneto, andremo a saturare i nuovi posti letto".

In Polesine, invece, sei nuove positività. "Non molte, ma non significa che la morsa del contagio si attenui - ha proseguito Compostella - A queste ne va aggiunta una di una persona che non è polesana ma lavora in ospedale da noi". Ci sono due infermieri di Urologia, dove il contagio era nato già nei giorni scorsi (LEGGI ARTICOLO). In generale, tutta l'area di Chirurgia (Chirurgia, Urologia e Chirurgia vascolare), sarà chiusa sino a lunedì, per procedere all'opera di sanificazione degli ambienti. I due infermieri sono asintomatici, si trovano in isolamento domiciliare ed è in corso la ricostruzione dei loro contatti, che pure saranno isolati.

Per quanto concerne i pazienti, già sette erano risultati positivi nei giorni precedenti a Urologia, più uno di chirurgia vascolare. Erano stati trasferiti al settimo piano dell'ospedale di Rovigo e saranno trasferiti a Trecenta.

Nell'area chirurgica, quindi, stop a interventi non urgenti e anche alle visite. "Da lunedì si tornerà alla normalità in piena sicurezza, lo garantisco", ha spiegato il direttore generale dell'Ulss 5.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette

8 nuovi casi in Polesine: un altro studente e due positivi in casa di riposo
CORONAVIRUS IN POLESINE

Nuovi casi di covid in casa di riposo