01/03/2021

CULTURA

"Il Festival si ferma a maggio per non fermarsi poi"

La settima edizione sarà venerdì 28, sabato 29 e domenica 30 agosto

Rovigoracconta 11

ROVIGO - Rovigoracconta si ferma e rilancia. A maggio Rovigo non avrà il suo festival della letteratura: impossibile programmarlo, data la situazione. Ma l’appuntamento 2020 non salterà: la settimana edizione si terrà infatti da venerdì 28 a domenica 30 agosto prossimi.

“Ci abbiamo pensato - spiegano gli organizzatori Sara Bacchiega e Mattia Signorini - rimandare tutto al 2021 sarebbe stata la scelta più semplice, ma la più dolorosa. Così insieme a tutto il nostro staff di professionisti, con noi anni e che con coraggio non ha voluto rinunciare al progetto di Rovigoracconta, abbiamo scelto di posticipare il festival di qualche mese, in modo da non fermarci, come non si deve fermare l'anima di nessuno di noi”.

Rovigoracconta rappresenta un momento di grande vitalità per tutta la città, incidendo sull’indotto economico delle attività del centro storico. La realizzazione della settima edizione, quindi, vuole essere - fanno sapere dall’organizzazione - “anche un modo per supportare le tante realtà commerciali che in questo momento stanno avendo grosse difficoltà economiche e hanno dovuto chiudere aspettando il superamento dell’emergenza per tornare a rinascere”.

La settima edizione del festival si svolgerà allora venerdì 28, sabato 29 e domenica 30 agosto con lo stesso format di sempre. Il festival arancione porterà nel cuore della città di Rovigo per tre giornate grandi appuntamenti con scrittori, saggisti, intellettuali, cantanti, musicisti di fama nazionale e tanti eventi pensati per i bambini e le loro famiglie. La città per un weekend si trasformerà in una meravigliosa meta per le proprie vacanze estive, facendo tornare le persone a sognare e a stupirsi per tre giornate ricche di eventi che saranno organizzati in tutti gli spazi del centro storico.

Spostare un Festival di grandi dimensioni come Rovigoracconta non è una cosa semplice. Se tutta la macchina organizzativa riesce a funzionare nonostante il difficile momento è grazie alle realtà che hanno confermato il supporto a Rovigoracconta, scegliendo di non fermarsi e di non fermare la speranza. "Per questo lo staff vuole ringraziare con tutto il cuore la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, la Fondazione Banca del Monte di Rovigo, la Regione del Veneto, Confindustria Area metropolitana di Venezia e Rovigo e il Comune di Rovigo".

 Sara Bacchiega e Mattia Signorini, ideatori di Rovigoracconta, dicono: “Ringraziamo la Fondazione per lo Sviluppo del Polesine che anche quest'anno si è prodigata per organizzare il Maggio Rodigino, a cui Rovigoracconta aveva aderito. Ringraziamo inoltre la Fondazione Rovigo Cultura che ci sta supportando in questo momento così delicato. Un ringraziamento speciale va anche all'Accademia dei Concordi e alla Provincia di Rovigo e soprattutto al Vicesindaco Roberto Tovo, che in queste settimane ha mostrato sensibilità e impegno non comuni”.

 Gilberto Muraro, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo dice: “Rovigoracconta si è ritagliato un posto di rilievo nel panorama culturale del Veneto e non solo, accreditandosi come una preziosa occasione di crescita, anche economica, per Rovigo e per l’intero territorio. La nostra Fondazione – da sempre attiva nella promozione della cultura – oggi è particolarmente lieta di sostenere il Festival, che alla luce del difficile momento che viviamo assume una valenza particolare. Offrirà infatti un’importante occasione per tornare a fare comunità, all’insegna della partecipazione culturale”.

 Luigi Costato, presidente Fondazione Banca del Monte di Rovigo, dice: “La Fondazione Banca del Monte di Rovigo ha creduto nell’iniziativa di Mattia Signorini e Sara Bacchiega sin dalla prima proposta da essi avanzata di organizzare un festival culturale a Rovigo. Con le sue modeste possibilità ha consentito il lancio di Rovigoracconta prima, poi, con l’idea di completare le iniziative del periodo, del Maggio Rodigino. La Fondazione Banca del Monte sarà vicina ancora, e come sempre, a queste iniziative, anche per dare un segno di vitalità alla città e a tutta la regione del Veneto”.

 Cristiano Corazzari, assessore alla cultura e allo sport della Regione Veneto, dice: “La Regione del Veneto continua a sostenere Rovigoracconta in quanto questo Festival rappresenta un punto di riferimento nel panorama culturale regionale e nazionale di cui siamo orgogliosi. In un anno drammatico come questo, la settima edizione di Rovigoracconta saprà rappresentare la forza che il settore culturale possiede per far rialzare e ripartire tutto il Paese, con entusiasmo e con lo sguardo rivolto al futuro”.

 Gian Michele Gambato, vicepresidente Confindustria area metropolitana Venezia e Rovigo, dice: “Continuiamo a sostenere un evento importante come Rovigoracconta proprio perché vogliamo lanciare un messaggio di speranza e un grande augurio a tutti: la cultura e lo spettacolo possano diventare in questo fine settimana veicolo di ripresa, serenità e fiducia per il futuro di un intero territorio”.

 Edoardo Gaffeo, sindaco di Rovigo: "In questo periodo difficile per tutti, siamo  a testimoniare come il coraggio, l'impegno, e la voglia di guardare avanti con fiducia siano caratteristiche che contraddistinguono la nostra comunità. Rovigoracconta rappresenta un patrimonio culturale ormai consolidato nel nostro territorio, un evento da tutti atteso. Siamo pertanto felici di poterlo vivere anche quest'anno e non mancherà di riempire le piazze e il centro di Rovigo. Un plauso agli organizzatori per non aver 'mollato' continuando, con l'entusiasmo e le competenze che li caratterizzano, a lavorare per realizzare questo grande evento. Un ringraziamento anche ai sostenitori senza i quali tutto questo non sarebbe possibile".

E Manuela Nissotti, presidente Asm Set Rovigo: "Confermiamo il supporto a Rovigoracconta, evento che fin dalla sua nascita ha regalato alla città incontri emozionanti e giornate di riflessione. Il Festival genera indotto per l'economia cittadina e anche un grande senso di appartenenza al territorio: questa settima edizione saprà farci sentire nuovamente comunità. Quella comunità in cui Asm Set crede e alla quale vuole fornire il massimo supporto, soprattutto nei momenti di difficoltà: per questo abbiamo attivato un servizio online per i clienti, evitando lo sportello. Certi di superare tutto questo, restiamo a fianco di chi come noi guarda avanti e crede nel coraggio e nella bellezza".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette