28/03/2020

CORONAVIRUS

"Corsia preferenziale e agevolazioni ai supermercati per chi si batte in prima linea tutti i giorni"

La proposta della Lega Consumatori: "Una piccola attenzione nei confronti di medici, infermieri e personale sanitario"

Medici volontari contro il coronavirus: ne servivano 300, sono arrivate 7900 candidature in 24 ore

ROVIGO - Parte dalla loro sede nazionale la proposta della Lega Consumatori che chiede, a gran voce ed attraverso tutti i suoi oltre 160 sportelli in Italia, che si creino corsie preferenziali e agevolazioni nei supermercati e ipermercati per i medici e gli infermieri e tutto il personale sanitario e parasanitario impegnati in prima linea a combattere il Coronavirus.

"Li abbiamo definiti i nostri eroi - esordisce così Pietro Praderi, Presidente Nazionale Lega Consumatori - Non si risparmiano da giorni, con turni massacranti, ma quando escono dall'ospedale, si ritrovano a fare i conti con la realtà di tutti i giorni, a partire dal fare la spesa. Non bastano gli slogan. Abbiamo necessità di dare un aiuto concreto, ciascuno nel proprio piccolo. Noi proponiamo una via preferenziale destinata a chi cerca, quotidianamente, di salvare vite umane"

Arriva dalla Lombardia il grido più disperato, - precisa Enrico Scarazzati Presidente della Lega Consumatori Rovigo e Ferrara - ma ritengo che anche sui nostri territori ci sia la necessità di avere un occhio di riguarda nei confronti di chi sta lottando per la nostra salute”.

Spesso i nostri operatori sanitari si ritrovano in coda davanti ai supermercati, magari dopo i turni di notte, dopo 12 ore in corsia, senza possibilità di fermarsi e riposare, come abbiamo potuto leggere e vedere in questi giorni così difficili, a causa del propagarsi Covid-19.

“E’ un gesto semplice, non costa nulla e renderà al contrario un servizio utile: Sei un medico, un infermiere, un oss, un tecnico di laboratorio? Lavori in ospedale? In una casa di riposo? Sei un medico di base? Bene... vai prima tu!”

La Lega Consumatori chiede che le catene di distribuzione, come i supermercati e gli ipermercati, ma anche i piccoli negozietti, creino delle condizioni per garantire loro la priorità, creando delle corsie preferenziali e stabilendo delle agevolazioni nella spesa on line, diminuendo i costi di consegna, creando uno spazio dedicato per registrarsi."

È una piccola attenzione, certo, però può dimostrare cura e rispetto per questa categoria di persone, che svolgono il loro lavoro con grande professionalità, mettendo a rischio quotidianamente la loro vita.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette