28/03/2020

CORONAVIRUS IN POLESINE

Centro denunce in due giorni: tutti fuori senza motivo

Ancora una volta, il bilancio delle persone denunciate a piede libero dalle forze dell'ordine nel weekend, è impressionante.

49209

ROVIGO - 51 denunciati sabato, 47 domenica. Ancora una volta, il bilancio delle persone denunciate a piede libero dalle forze dell'ordine nel weekend, è impressionante. A testimonianza di quante persone, ancora, non capiscano l'importanza di rispettare le disposizioni d'emergenza che ordinano di limitare al massimo gli spostamenti, per arrestare il ritmo di crescita del contagio da coronavirus e fare in modo che i posti letto disponibili in terapia intensiva, attrezzati con posti letto con ventilatore polmonare, per i casi gravi, possano bastare, numericamente. Non è, purtroppo scontato.

Come detto, nella giornata di sabato 21 marzo i denunciati erano stati ben 51. Domenica 22 marzo, invece, solo il personale dei carabinieri, articolato nelle varie stazioni e nelle varie compagnie del Polesine, ha denunciato 37 persone che, secondo le contestazioni, sono state trovate dai militari fuori casa, in giro, laddove non avrebbero avuto alcun motivo di esserlo.

Altre tre denunce sono state fatte scattare dal personale della polizia locale. Tra questi denunciati, un 20enne che stava andando da Fenil del Turco a piedi per fare la spesa, una 64enne uscita di casa in auto per andare in chiesa e un uomo che, a piedi, stava andando in stazione a prendere la compagna al ritorno dal Ferrara. 

Importante, a questo punto, ribadire come sia fondamentale non uscire di casa per motivi non necessari. Uniche deroghe consentite, i motivi di lavoro, fare la spesa, motivi di salute ed emergenza. I controlli delle forze dell'ordine, infatti, proseguiranno serrati, applicando la tolleranza zero, alla luce dell'importanza del rispetto delle regole e delle conseguenze negative che l'inosservanza avrebbe.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette