24/10/2020

CASE DI RIPOSO

Rossini: "Serve una ispezione regionale all’Iras"

La richiesta al sindaco, per la sicurezza di lavoratori e ospiti

38230

L'entrata dell'Iras di Rovigo

ROVIGO - Ispettori regionali all’Iras. E riflettori della magistratura puntati sul rispetto della sicurezza per lavoratori e anziani ospiti. E’ la doppia richiesta del consigliere comunale di opposizione Antonio Rossini al sindaco Edoardo Gaffeo, riguardo la situazione della casa di riposo di Rovigo.

“In questi giorni di emergenza - dice Rossini - ho con preoccupazione ascoltato la voce di più dipendenti del disagio e del potenziale pericolo all’interno dell’Iras che hanno evidenziato la carenza di Dpi e strumenti sanitari come mascherine, camici monouso, termometri che rilevino la temperatura a distanza, e sarebbe opportuno accertare se vi è stata una sanificazione generale degli ambienti delle comunità nelle modalità previste dal protocollo in vigore”.

Quindi, Rossini incalza i sindacati, chiamandoli a controllare cosa succede nella struttura: “Con il loro primario ruolo di tutela e difesa dei lavoratori - dice infatti - hanno l’obbligo di confermare o di smentire il preciso grido di aiuto degli operatori, che lamentano una situazione di emergenza e di necessità di difendere con rigore la salute e l’incolumità della vita dei dipendenti e dei degenti”.

Conseguente la richiesta al sindaco: “Venga verificato se il personale abbia e stia lavorando in condizioni di massima sicurezza, se i protocolli previsti per emergenza siano rigorosamente applicati. La invito a chiedere l’intervento di ispettori regionali al fine di redigere un dettagliato rapporto da inoltrare all’autorità giudiziaria qualora emergessero mancato rispetto della normativa, omissioni, carenze, cattiva gestione”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette

8 nuovi casi in Polesine: un altro studente e due positivi in casa di riposo
CORONAVIRUS IN POLESINE

Nuovi casi di covid in casa di riposo