03/04/2020

CORONAVIRUS IN POLESINE

I nostri medici e infermieri stanno bene, i tamponi sono tutti negativi

Buone notizi per quanto riguarda il piano di tamponi al personale sanitario nella nostra provincia

"Tamponi a sorpresa e a campione? Non è escluso"

Tamponi per il coronavirus

ROVIGO - A dare la buona notizia è stato il direttore generale dell'Ulss 5 Compostella, Antonio Compostella, durante la spiegazione dell'odierno bollettino dei contagi in Polesine che vede il numero dei positivi salire a quota 58 a Rovigo e provincia. I nostri medici e infermieri sottoposti al primo giro di tamponi nell'ambito della maxi operazione che riguarda tutto il personale delle Ulss del Veneto, ha dato esito negativo. Ovvero stanno tutti bene.

"L'esecuzione dei tamponi -  spiega il Direttore Generale – sta regolarmente procedendo, ma l’incremento di richieste al laboratorio di Padova, da parte di tutte le aziende sanitarie del Veneto, potrà causare un rallentamento  per quello che riguarda i tempi di risposta. Come Azienda stiamo valutando l’acquisizione delle attrezzature necessarie alla processazione dei tamponi, non appena le stesse saranno disponibili sul mercato.  In tal  modo potremo eseguire il test in loco.  A tutt’oggi, per quello che riguarda le modalità operative nell’esecuzione dei tamponi, viene data priorità a persone con sintomatologia, a chi ha  avuti contatti stretti con affetti da covid già accertati; a seguire il personale sanitario ( partendo dalle situazioni a maggiore esposizione) e i dipendenti delle case di riposo.  Ogni giorno vengono eseguiti 200 tamponi. Per quello che riguarda i dipendenti della Azienda Ulss 5, il primo blocco di tamponi eseguiti ha dato per tutti esito negativo".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette