20/10/2020

CORONAVIRUS IN POLESINE

"Meglio annoiato che intubato"

Anche i medici e gli infermieri dell'Ulss 5 Polesana lanciano un importante messaggio alla popolazione

ROVIGO - A lanciare l'appello è chi è in prima linea contro il virus, giorno e notte. Stiamo parlando dei medici, degli infermieri e di tutto il personale sanitario che è impegnato in questo momento di emergenza sanitaria.

Ed è proprio dall'ospedale di Rovigo che lanciano un appello importantissimo alla popolazione. Ancora più importante alla luce delle numerose denunce degli ultimi giorni a carico di persone che nonostante le disposizioni del decreto dell'11 marzo e le richieste incessanti da parte di amministratori e celebrità continuano ad uscire per motivi non strettamente necessari. 

Il messaggio è chiarissimo e si legge sui cartelli che reggono in mano medici e infermieri: "Andrà tutto bene se resti a casa" oppure, più provocatorio, "Meglio annoiato che intubato".

In questo momento in cui il picco del contagio si avvicina è fondamentale rimanere in casa e ridurre i contatti sociali al minimo. Il rischio infatti è che il numero di posti in terapia intensiva a disposizione nei nostri ospedali, nonostante tutti gli sforzi di potenziamento, non siano sufficienti ad accogliere tutti i contagiati. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette