02/04/2020

CORONAVIRUS IN POLESINE

Controlli delle forze dell'ordine intensificati, l'imperativo è restare a casa

In troppi continuano a spostarsi senza averne reale necessità, rischiando di aumentare il contagio da coronavirus

ROVIGO - Sempre più impegnate, le forze dell'ordine, nel contrasto a quelle persone che, incuranti delle disposizioni delle forze dell'ordine, continuano a spostarsi senza averne reale necessità, rischiando, quindi, di aumentare il contagio da coronavirus, proprio nel momento in cui sarebbe necessario limitarlo al massimo: siamo, infatti, nel periodo di picco ed è fondamentale che il numero di casi gravi, che necessitano di ventilazione polmonare, o respirazione meccanica, non divengano mai maggiori del numero di posti letto attrezzati con questi dispositivi.

E' per questo che la priorità assoluta delle forze dell'ordine è quella di fare rispettare le disposizioni di legge che hanno posto severe limitazioni agli spostamenti personali. Nella mattinata di oggi, il personale della polizia di Stato, in particolare le volanti, guidate dal commissario capo Andrea Ambrosino, han eseguito un nuovo, massiccio posto di controllo in viale Porta Adige.

La disposizione è sempre la medesima: uscire di casa il meno possibile, solo per necessità urgenti e indifferibili, come il lavoro o la spesa. Farla sempre nel posto più vicino a casa, senza utilizzare questa, come altre possibilità di uscire da casa, come una "scusa" per uscire il più possibile: nel concreto, fare la spesa una volta sola.

Stiamo, infatti, per entrare nel periodo di picco del contagio. Il momento più duro, quindi, sta arrivando. E' necessario avere pazienza e sopportare disagi, con la consapevolezza che questo consentirà di salvare delle vite e di uscire il prima possibile da questa situazione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette