02/03/2021

IL CASO A ROVIGO

Tribunale, le quattro opzioni

Le ricorda il commissario comunale della Lega, Riccardo Ruggero

“Sistemeremo l’ex ospedale”

ROVIGO - "Cogliendo lo spunto dalle dichiarazioni del Presidente del Tribunale di Rovigo, come cittadino prima ancora che politico, ci tengo ad intervenire sulla vicenda. Abbiamo presentato una mozione che prevedeva chiaramente l’impegno di mantenere il Tribunale dove è, e solo qualora non fosse possibile ampliarlo all’ex carcere, l’impegno a collocarlo comunque in centro storico, nelle sedi alternative individuate idonee da uno studio di fattibilità", così il commissario comunale della Lega, Riccardo Ruggero.

"Le eventuali sedi alternative che abbiamo proposto nella mozione sono l’ex caserma Silvestri tramite una revisione del progetto attuale studiato assieme agli altri enti che già l’hanno opzionata oppure il recupero dell’ex Questura e sede Polizia di Stato ed ex sede Vigili del Fuoco di via Donadoni o una nuova costruzione in Piazzale di Vittorio e l’approvazione della nostra mozione da parte della maggioranza avrebbe evitato che il Presidente del Tribunale fosse costretto a riferire al Ministero che il Comune non ha designato nessuna area per il nuovo Palazzo di Giustizia. Invito quindi il sindaco a ritornare sui suoi passi consegnando al Ministero tutte e quattro le proposte da noi presentate, sempre comunque ribadendo che la via maestra è quella della preservazione dell’attuale sede con l’ampliamento sull’ex carcere, poiché se vi è la volontà politica si possono rivedere le scelte fatte, ma in ogni caso lasciando aperte le altre possibilità che garantiscano il mantenimento del Tribunale in centro, evitando lo spostamento in periferia. Il decentramento del Tribunale sarebbe un grave danno per la nostra città e non si può permettere che ciò accada!".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette