22/10/2020

IL CASO

La procura dà ragione all'Accademia

Aveva mandato al macero numerosi libri di Cibotto e il noto critico Sgarbi aveva fatto esposto

Libri di Cibotto al macero: "Nessun reato commesso"

ROVIGO - Nessun reato, nella vicenda che ha visto una quantità non banale di libri facenti parte del lascito Cibotto, dal nome del grande scrittore polesano, finire al macero, per decisione dell'Accademia dei Concordi. La Procura di Rovigo ha, infatti, archiviato l'indagine che era stata aperta sulla base dell'esposto presentato dal noto critico d'arte Vittorio Sgarbi, indignato per la decisione, tanto da lanciare pesanti accuse al presidente dell'Accademia Giovanni Boniolo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette

8 nuovi casi in Polesine: un altro studente e due positivi in casa di riposo
CORONAVIRUS IN POLESINE

Nuovi casi di covid in casa di riposo