29/10/2020

IL CASO

Bimbatti sul tribunale, "Porteremo la questione in Parlamento"

La perplessità del vicecoordinatore di Forza Italia sull'ultimo consiglio comunale

Bimbatti sul tribunale, "Porteremo la questione in Parlamento"

ROVIGO - Sulla mozione votata all’unanimità contro il carcere minorile interviene il vicecoordinatore di Forza Italia, Andrea Bimbatti. "Come partito non posso che esprimere fortissime perplessità sul buon esito di una mozione che se da un lato ha dimostrato ancora una volta il buon senso del centrodestra, dall’altro è servita solamente a provare a ripulire la coscienza del sindaco, conscio di aver provato il blitz alle spalle del consiglio comunale e della città, definendo in aula semplicemente ingenuo il suo atteggiamento. Il grido del presidente del tribunale non solo va ascoltato, chi occupa i ruoli istituzionali deve adoperarsi, non basta inviare lettere a Roma, senza aver chiarito chi non dice la verità".

"I referenti locali del governo giallo rosso, danno due versioni contrastanti - continua Bimbatti - il cinque stelle dice non si può fermare il carcere, mentre il sindaco dice c’è ancora tempo. Chi non dice la verità? Non perderemo tempo noi e al primo question time chiederemo ai nostri parlamentari di avere notizie certe e celeri sulle reali possibilità di spostamento del carcere minorile a Rovigo. Il fatto ancor più grave è che non decidendo una soluzione alternativa credibile e sostenibile, così come proposta per esempio dall’ordine degli avvocati e dall’associazione forense, si rischia di delegare ad altri la scelta di dove collocare il tribunale. Nessuno addossa responsabilità a Gaffeo per la venuta del carcere minorile, per altro annunciato dall’allora onorevole Crivellari (stesso partito di Azzalin?), ma il sindaco deve essere pronto ad andare a Roma a sostenere in caso di non permanenza in Via Verdi del tribunale, una proposta seria e disponibile, che non lasci completa libertà di scelta al Ministero. La mozione potrà anche essere utile, ma non può essere l’unica arma utilizzata dalla città per difendere una struttura così importante negli equilibri economici della città, non dobbiamo far scendere il silenzio ma essere concreti e guardare in faccia la realtà come sottolineato dal dottor Risi. Il Maddalena ha una destinazione ben precisa, ma non certo per il tribunale".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette