06/04/2020

ROVIGO

Prof in Erasmus per imparare una didattica innovativa

L'istituto Viola Marchesini è l'unico di Rovigo ad essersi aggiudicato il bando europeo

30 prof del Viola Marchesini all'estern per aggiornarsi

Sara Romagnolo, prof e coordinatrice del progetto

ROVIGO - Unica scuola in Veneto, l’Istituto “Viola Marchesini” di Rovigo si è aggiudicato il bando europeo Boots 4.0, Innovative methods of smarth teaching.  Si tratta di un progetto Erasmus dedicato alla mobilità dello staff della scuola, il cui fine è migliorare le competenze linguistiche del personale scolastico,  innovare le competenze metodologiche e didattiche, favorire l’implementazione dei dispositivi tecnologici finalizzati agli apprendimenti e allargare la possibilità di nuove tecniche pedagogiche cooperative.

Così, a partire da fine febbraio fino a luglio prossimo, in momenti successivi, saranno 30 i docenti del Viola-Marchesini che parteciperanno al progetto di mobilità europea  con diverse destinazioni : Regno Unito, Finlandia, Irlanda e Belgio.  Per tutti si tratterrà di 17 giorni di permanenza in una delle quattro destinazioni scelte, durante i quali avranno la possibilità di fare esperienza di affiancamento professionale, frequentare corsi di lingua e corsi di aggiornamento sulla didattica innovativa.  Il viaggio e la permanenza saranno interamente gratuiti.

"Si tratta di un progetto importante – afferma con soddisfazione la dirigente scolastica, Isabella Sgarbi – che contribuisce  di certo ad aumentare il valore e le competenze del nostro personale e al contempo la qualità dell’offerta formativa della scuola”.   Ma si tratta anche di un progetto complesso ed impegnativo che  al Viola-Marchesini è gestito dalla professoressa Sara Romagnolo, docente di lingua inglese, cui va il plauso di tutta la scuola e della dirigente.

"Un lavoro lungo – ha spiegato la docente – iniziato nell’anno scolastico 2018/19 con la progettazione e la presentazione, che si svolgerà nella sua prima parte durante l’anno scolastico in corso attraverso la mobilità del personale ed in una seconda fase prevista da giugno a settembre 2020, in cui sarà importante raccontare l’esperienza fatta, al fine di allargare sempre di più il numero dei partecipanti".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette