11/07/2020

ROVIGO

Psi Rovigo: "Inquinamento? Serve la magistratura"

Il Psi locale: "Da quanto tempo gli enti preposti non eseguono un censimento ed un controllo di tali impianti?"

Psi Rovigo: "Inquinamento? Serve la magistratura"

ROVIGO - "Apprendiamo da Legambiente che Rovigo è stata nel 2019 il terzo capoluogo più 'soffocato' in Italia: finalmente un primato che per i detrattori di Rovighetto dovrebbe farci inorgoglire". La federazione di Rovigo del Partito socialista italiano interviene nella questione inquinamento. "Tanto inquinamento forse vuol dire che abbiamo più auto della vicina Padova o più fabbriche o più impianti di riscaldamento domestici? Se fosse vero questo non ci sarebbe da meravigliarci. Ma con 50mila abitanti e qualche fabbrichetta come si giustifica tanto inquinamento? - si chiede il Psi - finora tanti hanno guardato il dito, l’alto tasso di inquinamento, ma non la luna. Noi abbiamo l’ambizione di provare a guardare la luna. Forse dipende dal fatto che abbiamo meno controlli sulle emissioni davvero inquinanti? La stragrande maggioranza degli impianti domestici di riscaldamento sono stati sostituiti da caldaie a pallet o a legna, qualcuno addirittura a carbone. Da quanto tempo gli enti preposti non eseguono un censimento ed un controllo di tali impianti? Anni, troppi!".

"E, poi, le poche fabbriche, ma altamente inquinanti, quali fonderie e lavorazioni della plastica, sono controllate con 'le migliori tecnologie' che permettono un possibile controllo in continuo 24 ore su 24? - concludono dal Psi - probabilmente i controlli saltuari ed a campione non sono sufficientemente efficaci ed esaustivi. Le ordinanze che si sono susseguite da parte dei sindaci negli anni si sono dimostrate inefficaci anche perché non seguite dai necessari controlli e sanzioni. Forse che un problema di salute pubblica debba richiedere l’intervento della magistratura?".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette