09/05/2021

ROVIGO

Tombe pese di mira da vandali e ladri

Esasperata la frazione di Boara Polesine per i continui episodi di inciviltà contro il cimitero

Morire nel capoluogo costerà di più

ROVIGO - Ancora polemiche e proteste per gli atti vandalici al cimitero di Boara Polesine. Atti che si sono concretizzati in rose spezzate, un elmo della seconda guerra mondiale rubato, e ancora tombe in disordine, e un cimitero che sembra davvero nel degrado. I residenti di Boara Polesine convivono con l’inciviltà e con l’abbandono, ma non si rassegnano allo stato in cui versa il camposanto della frazione.

“L’altro giorno - racconta un residente - ho portato un mazzo di fiori sulla tomba di mio padre e l’indomani le rose erano spezzate, e buttate a terra. Non è la prima volta e lo trovo irrispettoso nei confronti di chi non c’è più e di chi vuole rianimare il ricorso dei propri cari. Un oltraggio alla memoria”.

Il cittadino della frazione rodigina si è rivolto al presidente del comitato di Boara Polesine, Emilio Mazzetto, che conferma: “Si tratta di un grosso problema. Nella frazione c’è un cimitero che sembra abbandonato a se stesso. Abbiamo segnalato il fatto in più occasioni, specificando che ci vorrebbe sorveglianza, sia attraverso l’opera di un custode, sia con l’installazione di una rete di videocamere di sicurezza, ma le nostre parole sono rimaste inascoltate”.

Il cimitero di Boara qualche settimana fa era finito al centro delle polemiche a causa di rifiuti abbandonati in un’area vicinissima alla struttura che ospita il cimitero. In altre occasioni poi oltre ad atti vandalici erano stati segnalati una serie di furti, rubati vasi ed altri oggetti votivi delle tombe. le richieste di aiuto e di intervento sono rivolte all’amministrazione comunale.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette