31/03/2020

ROVIGO

"Aggressione in pieno centro, Rovigo non è sicura"

Mattia Moretto, attacca la giunta Gaffeo dopo l'aggressione ad una 18enne da parte di un paio di stranieri

"In campagna elettorale tante promesse, ora pochi fatti"

Il consigliere comunale Mattia Moretto

ROVIGO - "Furti, droga, zone del nostro territorio comunale completamente abbandonate a loro stesse, e ora anche una ragazza aggredita da stranieri. È arrivato il tempo che quest'amministrazione inizi ad agire sotto tutti i profili, a maggior ragione sul tema della sicurezza, e la smetta di parlare. Perché poi i risultati del non fare si vedono, purtroppo". E' l'intervento del consigliere comunale di Fratelli D'Italia, Mattia Moretto a seguito dell'aggressione avvenuta ai danni di una ragazza in pieno centro (LEGGI ARTICOLO).

"Qui stiamo parlando della sicurezza delle persone, che, all'alba del 2020,sono arrivate ad un punto tale da non sentirsi nemmeno più sicure nel camminare tranquillamente per le vie della loro città o nel vivere nelle proprie abitazioni, perché c'è da avere il terrore di essere aggrediti o derubati. Vorrei sapere dall'amministrazione comunale cosa si stia facendo sul fronte della sicurezza a Rovigo. Perché, secondo la mia opinione, pare che l'azione politica sia molto debole e sterile. Chiedo vi sia un maggior impegno capillare sul tema, con una proficua collaborazione tra tutte le forze dell'ordine, ivi compresa la Polizia Locale; chiedo si lavori di più sul tema dell'illuminazione e videosorveglianza, dato che sono molte le zone della nostra città completamente al buio dove la microcriminalità vive serena. Chiedo, insomma, maggiore sicurezza".

"Credo, però, sia arrivato anche il momento di chiedere al Sindaco Gaffeo e alla sua maggioranza di "buonisti" se pensano ancora che il problema della sicurezza a Rovigo sia solo una falsa percezione e se, come sostenuto dall'allora candidato sindaco, ora primo cittadino, nel Salone del Grano durante la campagna elettorale, investire sulla sicurezza non serva perché Rovigo è una città sicura, dove non esiste la criminalità. Questo, ora, dovrebbe dare il senso della totale scollatura che c'è tra le loro idee e la preoccupante realtà. Per concludere,condannando nella maniera più assoluta quanto accaduto, voglio esprimere la mia totale solidarietà e vicinanza alla ragazza, vittima di quanto occorso, e alla sua famiglia, auspicando che possa venire identificato chi ha commesso il reato e che, di conseguenza, la magistratura faccia il suo corso".

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette