01/10/2020

CONSIGLIO COMUNALE

Progetto super tecnologico per dare nuova vita all'ex Celio

L'Innovation lab ha visto oggi pomeriggio l'ultimo passaggio in consiglio comunale. Lega a favore ma chiede maggior coinvolgimento in futuro

ROVIGO - Consiglio comunale anticipato e corsa contro il tempo per approvare e mandare in Regione la convenzione tra Rovigo, Adria e Villadose per portare a casa il finanziamento (da 700mila euro) per la realizzazione di un Innovation Lab che non sarà composto solo dalla sede centrale, in centro a Rovigo, nell’ex sede del liceo Celio di via Badaloni, ma da “palestre digitali” nelle frazioni di  Borsea, Mardimago, Granzette, Grignano Polesine,  Sant’Apollinare e nei comuni di Adria e Villadose. “La convenzione deve partire per la Regione, firmata, oggi – spiega l’assessore all’innovazione Luisa Cattozzo - In questi giorni l’hanno fatto anche Adria e Villadose che sono coinvolte nel progetto. Il consiglio comunale, in pratica, questa sera, votando a favore, autorizza il sindaco alla sua sottoscrizione. Si tratta di una convenzione che definisce ruoli, compiti e responsabilità dei soggetti aggregati”.

L’opposizione storce il naso perché “per nulla coinvolta” nel progetto che si ritrova pronto e confezionato. In particolare il giovane consigliere della Lega, Lorenzo Rizzato, spiega: “Premetto che  tutto il gruppo della Lega voterà favorevolmente a questo punto all'ordine del giorno. Ma siamo tutti d'accordo sull'importanza e la necessità del recupero di uno stabile non utilizzato nel centro storico, però è anche vero che il modus operandi utilizzato da questa amministrazione non è uno dei migliori. Perché, ripeto, siamo tutti concordi sul fatto che si debba recuperare questa struttura però ci sarebbe piaciuto che ci fosse stata una discussione, un momento di confronto su che cosa farne di questo edificio. Ci sarebbe piaciuto che in questo consiglio si fosse dedicato un po’ di tempo per discutere sulla sua destinazione per mettere a confronto le idee, le alternative proposte dai consiglieri. Mi sarebbe quindi piaciuto un momento di confronto, di condivisioni di idee. Personalmente avrei preferito la nascita o quantomeno un tentativo di collaborazione con le realtà universitarie che ci stanno territorialmente attorno, l'università di Padova o l'università di Ferrara, solo per citare le università già presenti all'interno del Consorzio Universitario di Rovigo, ma anche con realtà universitarie esterne. La finalità di questa collaborazione sarebbe stata quella di promuovere la realizzazione di una nuova facoltà in città, sia per ampliare l'offerta formativa universitaria della nostra città sia per attrarre un numero ancora maggiore di studenti.  E questo, lo sappiamo tutti, comporterebbe maggiori entrate per le attività commerciali del centro storico ma non solo, renderebbe più vivace la nostra città. Quindi in sintesi avrei preferito che l'amministrazione comunale si fosse impegnata ad instaurare una collaborazione con il mondo universitario per utilizzare l'ex liceo Celio come sede universitaria. Mentre il progetto che andremo a votare si poteva realizzare per recuperare altre strutture abbandonate come per esempio l'ex Genio Civile in piazza Repubblica, che tra l'altro è una struttura di proprietà della Regione e che quindi in caso di esito positivo avrebbe sollevato la Regione di un peso e avrebbe fatto anche il bene della città ridando nuova vita ad uno stabile attualmente inutilizzato. Detto ciò, voglio dire che conosco bene il bando e so che il finanziamento richiesto è relativo alla creazione di un Innovation Lab ma spero di  aver spiegato in modo chiaro che il mio era un ragionamento più ampio. Concludo dicendo che apprezzo comunque che si stia lavorando per il recupero di tale struttura e dato che il procedimento per l'innovation lab è già iniziato mi auguro con tutto il cuore che si concluda nei migliori dei modi. Ma mi auguro anche che questa mia proposta di ampliare l'offerta formativa universitaria in città, recuperando uno stabile abbandonato, venga comunque considerata per altre strutture”.

Il giovane consigliere del Pd, Riccardo Bertacin, ascoltati i commenti dei colleghi, interviene: “Non concentriamoci solo nella riqualificazione dell’ex Celio, quello che è davvero importante di questo progetto è che si occuperà anche delle frazioni - commenta - Dopo anni di nulla, finalmente una amministrazione che ha a cuore le frazioni”.

L'aula vota all'unanimità l'approvazione dello schema di convenzione per il bando di realizzazione dell'Innovation lab.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette

Venerdì l'addio a Paolo
LA CITTA' IN LUTTO

L'ultimo saluto a Paolo