Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

IN 3 MINUTI - 31/05/22

AUTO INVESTE UNA CICLISTA A ROVIGO

Grave incidente, nella tarda mattinata di martedì 31 maggio, poco dopo le 12, in Commenda, in via Bramante, all'altezza della intersezione con via della Costituzione. Una ciclista, secondo le prime ricostruzioni, è stata investita da una utilitaria, riportando traumi e ferite che hanno reso necessario l'immediato trasporto in ospedale, a Rovigo. Sul posto, ambulanza e automedica, alla luce delle modalità dell'incidente e dei traumi riportati dalla ciclista. E' intervenuto il personale della Volante della questura, con le operazioni riguardanti i rilievi che sono poi state prese in mano dal personale della polizia locale. Al momento, non ci sono indicazioni certe sulla dinamica dell'incidente e su eventuali responsabilità. La ciclista ha riportato lesioni, ma, per fortuna, non dovrebbe essere in pericolo di vita.

SFRUTTAVA LAVORATORI NEI CAMPI, ARRESTATO

Li costringeva a lavorare anche 15 ore al giorno, li faceva vivere in una casupola senza acqua né riscaldamento. Li teneva sotto scacco con la promessa che avrebbero ottenuto il permesso di soggiorno. Un 30enne di origine marocchina è stato arrestato dai carabinieri, nell'ambito dell'indagine "Terra promessa". L'uomo è accusato di sfruttamento del lavoro nei confronti di 23 extracomunitari di origine africana, alcuni dei quali irregolari. Il provvedimento è stato emesso dal Gip del Tribunale di Rovigo, su richiesta della locale Procura, e parte da un'indagine condotta dai carabinieri del nucleo operativo gruppo tutela del lavoro di Venezia e dell'ispettorato del lavoro di Padova avviata nel maggio 2020: alcuni lavoratori sfruttati hanno preso coraggio e hanno denunciato il datore di lavoro. Le indagini sono state coordinate dal sostituto procuratore di Rovigo Sabrina Duò.

ADDIO CASSONETTI, ARRIVA IL PORTA A PORTA A ROVIGO

Oggi a palazzo Nodari è stato fatto il punto del percorso sulla nuova raccolta rifiuti a Rovigo, con l'assessore all'Ambiente Dina Merlo, affiancata da Adriano Tolomei amministratore delegato di Ecoambiente e Walter Giacetti direttore tecnico di Ecoambiente. E’ ormai, in fase conclusiva la distribuzione dei contenitori che serviranno al nuovo sistema di raccolta Porta a porta dei rifiuti nei quartieri: S. Pio X, Tassina e san Bortolo-Città Giardino. Da domani partirà l’altra fase, quella di rimozione dei cassonetti nelle zone al momento interessate dal nuovo sistema di raccolta.

COVID IN PICCHIATA: STOP ALLE COMUNICAZIONI

Sono 62 le nuove positività di residenti in Polesine rilevate su 2.609 tamponi eseguiti in provincia tra antigenici e molecolari. Il tasso di positività degli ultimi 7 giorni è pari al 3,80%. Sono i numeri del bollettino quotidiano da coronavirus in Polesine, numeri che confermano come, ormai da giorni, il contagio sia in netto calo. Basti pensare che nelle ultime 24 ore il tasso di positività è stato appena del 2,3%. Coerentemente con questo dato, l'Ulss 5 Polesana ha deciso di interrompere la comunicazione quotidiana sull'andamento del contagio. " Verranno effettuate delle comunicazioni periodiche in caso di informazioni di particolare interesse per la popolazione", dichiara l’Ulss 5.

PRIMO MEMORIAL A NICO FRIZZARIN AD ADRIA

L’attività del Bocar Juniors non si ferma, anzi. Dopo il grande 22 maggio, con le due amichevoli contro i Giovanissimi dell’Inter e l’arrivo a sorpresa di Amadeus, la società rossonera si prepara ad un altro evento importante: il 1º ‘Memorial Nico Frizzarin’, che avrà luogo giovedì 2 giugno allo stadio ‘Umberto Maddalena’ di Bottrighe. Una giornata organizzata e voluta dal Bocar e dal presidente Tito Livio Franzolin dedicata a Nico Frizzarin, giovane calciatore adriese scomparso 18 anni fa a causa di un incidente stradale. Suo padre Olivo, ex presidente dell’Adriese, è tutt’oggi una colonna dello sport cittadino.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy