22/05/2022

IN 3 MINUTI - 09/05/22

09/05/2022 - 19:03

TRA LE 87 TAPPE DI "VIAGGIO DA SCLERO" ANCHE ROVIGO

Duemila chilometri per accendere una luce su una malattia invisibile per chi non ne soffre. È questa l’idea del progetto “Viaggio da sclero”, una vera e propria missione per Michele Agostinetto, 44enne al quale due anni fa è stata diagnosticata la sclerosi multipla. La sua missione, appunto, è quella di percorrere a piedi la strada che parte da Valdobbiadene in veneto e arriva a Santa Maria di Leuca, in Puglia. “Senza ricerca non sarei in piedi – ha detto Agostinetto - l'aiuto delle associazioni è fondamentale. Con questa iniziativa cerco di far capire anche l'importanza di dare valore alle piccole cose e di visitare luoghi che forse non potrò più vedere”.

 

COVID, E’ l’ORA DEL CALO DI CONTAGI

Il bollettino dell'Ulss 5 evidenzia 68 nuove positività di residenti in Polesine rilevate su 990 tamponi eseguiti in provincia tra antigenici e molecolari, nelle ultime 24 ore. Il tasso di positività degli ultimi 7 giorni è pari al 8,78%.

Le nuove guarigioni sono state 157; sono quindi 2.194 le persone attualmente positive in provincia.

Ricoveri. Attualmente risultano 12 pazienti ricoverati nelle strutture ospedaliere per Covid-19. Nelle strutture residenziali extra ospedaliere, ad oggi, risultano positivi 36 ospiti e 29 operatori.

 

SICUREZZA STRADALE Zaia: “VOGLIAMO PARLARE AI GIOVANI”

 “Oggi il 46% degli incidenti stradali avviene in solitaria per uscita di strada. Con questo progetto vogliamo parlare ai giovani così come abbiamo fatto con la raccolta differenziata”. Il governatore Luca Zaia ha illustrato oggi il progetto per le scuole. “Questo protocollo che firmiamo oggi prevede una attività di informazione legata alla sicurezza stradale, iniziative promosse in collaborazione con CAV S.p.A., Concessioni Autostradali Venete, e Veneto Strade in tutte le scuole”, ha concluso Zaia.

 

HAPPY CAMP AD ALBARELLA IL CAMPO DEDICATO AI DISABILI

Due settimane di puro divertimento e relax, è questo l’obiettivo dell’Happy camp, l’evento di solidarietà che si svolge negli spazi verdi dell’isola di Albarella, grazie alla generosità del Rotary club locale.

Abbiamo iniziato con circa una ventina di persone, dato che era soltanto un progetto sperimentale a livello nazionale - spiega SANTE CASINI del ROtARY CLUB - constatando però che il numero delle persone con disabilità nel nostro territorio era molto alto abbiamo deciso di circoscrivere le domande alla nostra area di competenza e, nel 2019, siamo arrivati ad ospitare 135 persone ogni settimana, più gli  accompagnatori, con oltre 4.700 pasti serviti”. I numeri col Covid sono diminuiti. Ma la presenza è nutrita e felice!

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0