17/05/2022

IN 3 MINUTI - 14/04/22

14/04/2022 - 18:58

SENZA LAVORO TROVA UN “TESORO” E LO RESTITUISCE

Trova uno zaino con all’interno un bel gruzzolo di soldi, un tablet di valore ed effetti personali di pregio e senza indugio li consegna alla Polizia che riesce a trovare il proprietario con finale oltre le aspettative.

E’ accaduto a Rovigo. I fatti vedono come protagonista un giovane, di circa trent’anni, originario del Marocco, privo di un lavoro fisso e costretto dalle vicissitudini della vita a chiedere aiuto alla “Caritas” e ad altre associazioni benefiche per “sbarcare il lunario”, che si è imbattuto in uno zainetto mentre passeggiava in una piazza del centro di Rovigo. Dopo essersi guardato attorno alla ricerca del proprietario, decide di aprilo per verificare se vi fosse un qualche documento di identità.

PROBLEMI AL LAVORO, SALVATO DAL GESTO ESTREMO

Minaccia di togliersi la vita coi gas di scarico della sua auto per problemi di lavoro, salvato dai Carabinieri. E' successo lunedì mattina scorso quando la centrale operativa della compagnia Carabinieri di Adria è stata informata da operatori del 118 di Rovigo della ricezione di una telefonata, da parte di un uomo (poi identificato in un polesano 60enne), che minacciava di volersi togliere la vita inalando i gas di scarico della sua autovettura. L’uomo in stato "confusionario" riferiva di non sapere dove realmente si trovasse e poi chiudeva la conversazione. I carabinieri lo hanno rintracciato e salvato.

IL PRONTO SOCCORSO SI ALLARGA, MIGLIORA IL SERVIZIO

Nuova linfa per il Pronto Soccorso dell’ospedale. Nella mattina di ieri è stato inaugurato il nuovo blocco del pronto soccorso dell’hub cittadino, alla presenza anche dell’assessore regionale Manuela Lanzarin, in un’area di 190mq ristrutturata con un investimento di 700mila euro. Il nuovo modulo è predisposto per contenete fino a 15 posti letto per l’osservazione del paziente. Altro lavoro concluso è quello del servizio di Anatomia Patologica con 290 metri quadrati di rinnovamento dell’area interessata per un investimento di altri 700mila euro.

UN ALTRO DECESSO E 258 NUOVI CONTAGI DI COVID

Sono 258 le nuove positività di residenti in Polesine rilevate e purtroppo e un nuovo decesso in provincia di Polesine. Le nuove guarigioni sono state 279; sono 3.551 le persone attualmente positive in provincia. E’ il bollettino odierno dell’Ulss 5 polesana. Il paziente era ricoverato in Malattie infettive a Rovigo. Attualmente risultano 26 pazienti ricoverati nelle nostre Strutture Ospedaliere per Covid-19 e 111 ospiti e 65 operatori nelle strutture residenziali extra ospedaliere.

QUANDO LA CRISI DIVENTA OPPORTUNITA’

Trasformare un momento di crisi in opportunità, questo l’obiettivo della unità di crisi aziendali della Regione Veneto, raccontato dall’assessore Elena Donazzan e dal vicepresidente di Confindustria Venezia Paolo Armenio. Durante il seminario, tenutosi a Palazzo Angeli si è analizzata la situazione di Socotherm, multinazionale nel comune di Adria che quasi un anno fa aveva annunciato la chiusura e che ora passerà sotto la gestione di Roberto Grigoli, dell’azienda Grimet. “Preferisco parlare di opportunità piuttosto che di crisi - ha specificato Paolo Armenio -. Oggi le imprese si trovano in mezzo ad una tempesta. Serve una sana politica al fianco delle nostre imprese che crei opportunità perché investano nel nostro territorio”. “L’unità di crisi vuole creare strumenti e investire nel capitale umano - ha spiegato Donazzan -, creando un dialogo tra pubblico e privato molto più veloce. Attualmente gestisce circa 30 crisi per un totale di circa 8 mila lavoratori”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0