Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

ADRIA

Liberi ciclisti ambasciatori del territorio

Agonismo e non solo: un inno al nostro Polesine

Dal 23 al 26 giugno prossimi  a Conegliano ed a Farra di Soligo si terrà il Meeting Nazionale Giovanissimi, ovvero la massima competizione ciclistica  nazionale per  bambini dai 7 ai 12 anni.

Il riscontro che ha avuto quest' anno  l'iniziativa  è a dir poco sbalorditivo, con numeri senza precedenti:  166 squadre in gara, con oltre 1500 atleti provenienti da ogni angolo d'Italia, divisi in sei categorie a seconda dell'età. Il Meeting avrà un tema, un filo conduttore ricorrente, ovvero: "Patrimonio Unesco e non solo...".

Infatti, la manifestazione si aprirà giovedì 23 giugno con una sfilata allegorica dove ogni squadra rappresenterà il territorio di provenienza. I Liberi di Adria porteranno in piazza  a Conegliano la biodiversità del nostro Delta,  il mare, i fenicotteri, i pesci , i gabbiani ed anche i "peoci".

L' idea del presidente Frigatti e del suo team è quello di rappresentare il Polesine, la sua biodiversità, il turismo sostenibile e la nostra tradizione contadina.  L'idea è nata grazie all'appoggio dell'assessore adriese Andrea Micheletti e della vulcanica Monica Stefani, che ha ideato progetti originali per le scenografie della parata allegorica.

Dopo la celebrazioni  delle bellezze d'Italia, seguiranno le competizioni vere e proprie: venerdì prossimo gli atleti saranno impegnati nelle prove di velocità ed abilità e sabato e domenica ci saranno le  gare su strada nel centro storico di Conegliano.

In tutto  questo gli atleti adriesi contano di giocare un ruolo da protagonisti.
Il team giallorosso vedrà sul nastri di partenza Francesca Barchi, Tommaso Saia, Diego Barchi, Angelica Spolladore, Adelaide Belluco, Fatima Doucha, Alessandro Barnabà, Riccardo Spolladore e Luca Felisatti. Quest'anno i Liberi stanno vivendo un'annata d'oro con podi e premi di squadra in ogni competizione, chissà che dal meeting emerga un campioncino nazionale polesano. Intanto, un grande in bocca al lupo ai Liberi Ciclisti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy