31/07/2021

CORONAVIRUS IN POLESINE

Bollettino: 11 nuove positività nelle ultime 24 ore

Un numero più elevato rispetto ai giorni precedenti, anche se tutte le persone erano già in isolamento domiciliare

Due anziani positivi al Coronavirus a Monselice

20/07/2021 - 13:00

ROVIGO - Ci sono in tutto 11 nuove positività nelle ultime 24 ore in Polesine (il giorno precedente erano appena 2), Un numero più elevato rispetto a quello dei giorni precedenti, per quanto ci sia da precisare come, in realtà, tutte le persone risultate positive fossero già state poste in isolamento domiciliare, a testimonianza della ottima attività di tracciamento che, sin dall'inizio dell'epidemia, costituisce una delle eccellenze della Ulss 5 Polesana. Contestualmente, si assiste anche a un nuovo ricovero in area medica a Trecenta, che porta il numero complessivo dei ricoverati a tre.

La campagna vaccinale prosegue con intensità: nella giornata di lunedì 19 luglio sono state in tutto 2.106 le dosi di vaccino somministrate, mentre, per quanto concerne, invece, la percentuale di persone vaccinate per fasce d'età, attualmente la situazione è la seguente: fascia 70 - 79 anni 90,2%; fascia 60 - 69 85%; fascia 50 - 59 anni 73,1%; fascia 40 - 49 anni 62%; fascia 30 - 39 anni 38,8%; fascia 20 - 29 anni 39,7%;  fascia 12 - 19 anni 19,3%.

Sono quindi stati forniti, dall'Ulss 5 Polesana, chiarimenti sull'ordinanza firmata dal presidente Luca Zaia per quanto concerne i controlli per quanti rientrano dall'estero (LEGGI ARTICOLO) e in generale per chi rientra da viagg e ferie. Gli operatori sanitari, i particolare assentatisi per almeno tre giorni, dovranno eseguire il tampone prima del rientro in servizio. A questo scopo verranno confermati i tre punti tamponi che sono stati istituiti in Polesine, nei tre ospedali di Rovigo, Adria e Trecenta

Sono in corso anche i controlli sui 70 operatori sanitari che al momento non sono vaccinati nella Ulss 5. Una commissione sta valutando i casi aperti, per capire se vi siano giustificazioni per il mancato vaccino, altrimenti si darà corso alla legge, che prevede la sospensione. La commissione, in particolare, di istituzione regionale, esaminerà unicamente la sussistenza di condizioni, cliniche, fisiologiche che potrebbero, in effetti, indurre a considerazioni di prudenza che possano prevalere sulla necessità del vaccino. Da segnalare, comunque, come siano in corso, costantemente, dialoghi con le persone, che, al momento, si stanno vaccinando.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette