03/08/2021

CORONAVIRUS

No vax, finiscono in terapia intensiva

Il Veneto ormai da giorni è alle prese con una crescita esponenziale di contagi

La buona notizia: si svuotano le Terapie intensive

Un reparto di Terapia intensiva

16/07/2021 - 12:44

VENETO - Il Veneto ormai da giorni è alle prese con una crescita esponenziale di contagi. Il numero di nuovi positivi registrato nelle ultime 24 ore è di 318 casi, con la provincia di Verona che si classifica tra le zone più colpite in assoluto: 117 contagi in 24 ore. Ed è proprio nel veronese che le quattro persone ricoverate in intensiva con sintomi gravi sono risultate non vaccinate contro Covid-19. Un aspetto che preoccupa i medici e che, dopo più di un mese di chiusura per assenza di casi, si aggiunge alla progressiva riapertura sul territorio regionale di reparti Covid.

"Nell’ultima settimana abbiamo avuto una recrudescenza di casi Covid e purtroppo quattro malati sono stati ricoverati in terapia intensiva - racconta il primario della Rianimazione di Borgo Trento, dottor Enrico Polati - Sono tutti in età relativamente giovane e, per un motivo o per l’altro, non immunizzati". A Treviso la situazione non cambia: la rianimazione dell’Ospedale Ca’ Foncello, eccellenza nella cura delle malattie infettive, ha accolto nelle ultime ore due pazienti di 71 e 85 anni, entrambe non vaccinati. I medici hanno descritto la fonte di contagio di uno dei due: la figlia, anch’essa convinta no vax.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette