Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

REGIONE

"Pronta ora la mozione sulla Romea, ma a lavori finiti"

Montanariello: "Per questo ho deciso di ritirarla, ma certo il consiglio regionale non ci fa una bella figura”

Il cantiere è lento? La politica di più

VENETO - “Dopo tre mesi la mozione sul ponte sul Brenta è stata finalmente calendarizzata: peccato, o meglio per fortuna, che Anas abbia completato i lavori e ieri è stato riaperto al traffico. Per questo ho deciso di ritirarla, ma certo il consiglio regionale non ci fa una bella figura”.

Ad affermarlo è Jonatan Montanariello, consigliere Pd a palazzo Ferro Fini, che il 9 aprile aveva depositato una mozione per chiedere alla giunta Zaia di attivarsi con la massima urgenza con il governo, visti i pesanti disagi per la viabilità dovuti ai lavori lungo la Romea.

“La maggioranza se ne è fregata dei problemi di Chioggia: i lavori erano fondamentali, ma è inaccettabile aver chiuso gli occhi di fronte alle preoccupazioni sulle conseguenze per l’economia locale: dalla campagna per la raccolta del radicchio Igp alla stagione turistica, passando per il primo mercato ittico d’Italia. Un sostanziale disinteresse che fa a pugni con la parola autonomia di cui la Lega continua a riempirsi la bocca. Autonomia significa interessarsi della propria Regione e del proprio territorio, fare le cose meglio del Governo centrale a cui chiediamo di lasciarci i soldi. Qua invece ci siamo voltati dall’altra parte. E’ incredibile che abbia fatto prima Anas a concludere un intervento così importante e impattante che non la maggioranza a portare in aula una semplice mozione”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy