20/06/2021

PORTO TOLLE

Sorpreso mentre sottraeva un veicolo sequestrato: denunciato

Prosegue l’Operazione Gold River, contro il fenomeno del bracconaggio ittico

PORTO TOLLE - L’Operazione Gold River, contro il fenomeno del bracconaggio ittico prosegue in provincia di Rovigo grazie ai carabinieri forestali, che collaborano con la polizia provinciale di Rovigo e la Federazione italiana Pesca Sportiva. 

Di recente uno dei soggetti implicati nell’Operazione “Gold River” è stato denunciato all’autorità giudiziaria competente per violazione dei sigilli, in quanto è stato sorpreso mentre sottraeva uno dei veicoli oggetto di sequestro. Altri soggetti controllati e sanzionati più volte, sono stati individuati mentre esercitavano attività di bracconaggio ittico alla luce del sole, a dimostrazione, come ce ne fosse ancora la necessità, della totale arroganza e sfrontatezza nei confronti delle Forze dell’Ordine e delle regole esistenti.

La Procura, inoltre, ha chiuso le indagini nell’ambito della stessa operazione “Gold River”, portando all’iscrizione nel registro degli indagati di ben 19 persone. Ulteriori passi avanti dal punto di vista amministrativo sono stati fatti dall’Ufficio Regionale competente che ha emesso i primi decreti di sospensione delle licenze professionali, per la durata di tre mesi, nei confronti dei soggetti per i quali è andata a buon fine la notifica degli atti.

L’Operazione Gold River, contro il fenomeno del bracconaggio ittico è sicuramente quella più importante, ma i Carabinieri Forestali di Trecenta, Rovigo, Porto Tolle, Adria, al Nucleo Investigativo Polizia Ambientale hanno denunciato 54 persone in un anno.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette