20/06/2021

Turismo

In treno da Verona al magico Delta. Con la bici

Con il Recovery fund pioggia di milioni per il Parco. E il presidente Gasparini ha già le idee chiare su come usarli.

LOREO - Il presidente dell'ente Parco Delta del Po Moreno Gasparini non ha dubbi: il futuro del parco del Delta passa per le rotaie. L'idea - illustrata nei dettagli in questa intervista - è quella di utilizzare i milioni in arrivo grazie al Recovery fund per rimettere a nuovo la linea ferroviaria che solca il territorio bassopolesano.

"Non solo da Rovigo a Chioggia, ma da Verona al mare - sottolinea Gasparini - una linea che sia rinnovata, ma compatibile con le esigenze di visitazione del territorio: penso a treni in cui sia possibile caricare le biciclette, in modo che una volta arrivati qui si possa proseguire la propria visita su due ruote, nell'ottica del 'turismo lento'".

Altro tassello, in questo senso, la nascente ciclabile Ven:To, che unirà Torino a Venezia. "Dobbiamo fare in modo che chi la percorre si fermi nel Delta".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette