14/06/2021

LA STORIA

“La crisi non ci ha fermato”

Lendinara, Marina Osti: “Siamo riusciti a costruire qualcosa di nostro. L’attività va bene”.

“La crisi non ci ha fermato”

LENDINARA - Hanno aperto il ristorante nel periodo più difficile, realizzando un progetto a cui stavano pensando da tempo, prima che arrivassero la pandemia e la crisi. Non si sono scoraggiati e hanno portato avanti gli obiettivi per cui si erano impegnati, realizzando il sogno di ristrutturare un storica villa nel centro di Lendinara.

Marina Osti e Andrea Rubello, moglie e marito, sono due imprenditori nel settore della ristorazione, che hanno sfidato questo momento difficile e stanno vincendo. Il ristorante di cui sono titolari si chiama “Ca’ Pisani” e si trova in via Adolfo Rossi, al civico 3. Il locale sorge in un’antica bellissima villa di fine ‘600, che è stata ristrutturata. “Sono nata a Lendinara e già dal 2000 avevo aperto la birreria ‘Absolut Caffè’ - spiega Marina - ora, con mio marito e socio Andrea, gestisco il ristorante in uno dei più bei palazzi di Lendinara. In questa avventura, ci ha aiutato anche il Gal: grazie a questo fondo europeo, siamo riusciti a ristrutturare un edificio con una storicità pazzesca”.

L’apertura è recente. “Abbiamo aperto a metà marzo solo con l’asporto, a causa delle restrizioni Covid, ed ora piano piano ci stiamo facendo conoscere”. “Abbiamo comprato lo stabile nel dicembre del 2019, ignari di quello che stava capitando, ovvero l’arrivo della pandemia - aggiunge Marina - ma, grazie a tutte le persone che ci hanno dato una mano e hanno creduto in noi, siamo riusciti a ristrutturare il palazzo e finalmente ad aprire”.

“Per ora l’attività sta andando bene - spiega Marina con soddisfazione - la gente è curiosa, vuole vedere il posto e speriamo che siano contenti anche del cibo e del servizio che proponiamo. Speriamo di continuare cosi”. La ristrutturazione del ristorante sta continuando. “Nella parte superiore non siamo riusciti a finire i lavori. Vorremmo realizzare sei camere come bed and breakfast con spa e ci sono ancora diversi interventi da fare, ma piano piano finiremo. Io sono fiduciosa nell’attività che stiamo costruendo perché, oltre al ristorante, vogliamo proporre anche un servizio di bar e aperitivo, in modo che le persone non si sentano obbligate a mangiare, ma possano anche solo stuzzicare”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette