20/06/2021

La novità

Si parte all'aria aperta: la scommessa di Atelier Danza

"L'importante era tornare ad incontrarsi e a muoversi. Incontri e lezioni sono necessità fondamentali”

Si parte all'aria aperta: la scommessa di Atelier Danza

Finalmente si riparte! Atelier Danza si Rovigo è di nuovo in pista con i corsi all’aria aperta, ovviamente nel rispetto della normativa vigente.

Atelier Danza ha colto al balzo l'opportunità offerta dalla normativa grazie a una preziosa collaborazione con la Polisportiva di Borsea, che ha messo a disposizione una porzione del campo sportivo, e da alcuni giorni le attività sono ripartite.

La scuola segue scrupolosamente il protocollo Covid previsto per le attività sportive. All’arrivo viene misurata la temperatura dei singoli allievi e ai genitori viene sottoposto un questionario. Solo dopo l’esito positivo di queste due pratiche gli allievi possono accedere al campo e raggiungere l’insegnante per la lezione, il tutto nel rispetto delle distanze di sicurezza e delle norme di igienizzazione.

Al termine della lezione gli insegnanti coordinano l’uscita di un gruppo e l’ingresso del gruppo successivo per ridurre al massimo eventuali assembramenti.

Tanta è la voglia di ritrovarsi insieme e di riprendere l’attività interrotta il 25 ottobre, in modo da riappropriarsi di un po’ di sana libertà, sempre con scrupolosa attenzione e moderazione. Il presidente dell’associazione, Umberto Menon, e la direttrice artistica, Anna Gandolfi, hanno mostrato emozione per questa ripartenza che avviene in un momento storico molto delicato. “C’è il bisogno di riprendere le routine interrotte - sottolineano il presidente e la direttrice artistica - gli incontri con gli amici, il momento della lezione di danza, lo stare insieme, sono necessità fondamentali, mai come in questo periodo”.

La risposta dei genitori e delle famiglie in generale è stata decisamente al di là di ogni più rosea aspettativa. Moltissime le adesioni, e numerosi anche gli allievi che, per la prima volta, si avvicinano alle discipline coreutiche in questo contesto.

L’attività all’aria aperta è sicuramente un toccasana in quanto permette a bambini e ragazzi non solo di ritrovarsi, ma anche di stare a contatto con la natura, di respirare e soprattutto di riprendere a fare movimento, dopo quasi un anno di stop. I corsi seguono il normale palinsesto che la scuola aveva adottato nel mese di settembre, con l’aggiunta di un laboratorio Hip hop, condotto da Rachele Baldo, giovane ballerina rodigina che vanta anni di studio ed esperienza nel panorama hip hop italiano. Il laboratorio è pensato per allievi con già alcuni anni di esperienza alle spalle e ha come obiettivo la creazione di coreografie per future esibizioni.

La speranza, infatti, è che molto presto si possa tornare a fare spettacoli, partecipare ad eventi e manifestazioni, “perché la danza ha bisogno anche di questo, di emozioni forti che solo il palcoscenico può regalare e di un pubblico presente e pronto ad applaudire”.

“Nell’attesa di tornare nella nostra amata scuola - afferma infine la direttrice artistica Anna Gandolfi - ci gustiamo questa opportunità di ricominciare e troviamo un modo per adattarci e trovare l’utilità anche nelle cose nuove e diverse. L’erba non è certamente la superficie ideale per la danza, ma andiamo oltre e assaporiamo invece quelle cose che normalmente in sala non ci sono: il sole, l’aria e il senso di libertà”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette