20/10/2021

CORONAVIRUS IN VENETO

"Dati da zona gialla, entro il 21 giugno vaccineremo gli over 60"

Luca Zaia: "I turisti, se vaccinati, potranno venire a passare le vacanze da noi"

Zaia: "Meglio la chiusura totale"

12/04/2021 - 14:02

VENETO - "Abbiamo dati da zona gialla, entro il 21 giugno vaccineremo gli over 60 e tutto il Veneto sarà 'isola covid free': perciò se sarete vaccinati, venite a passare le vacanze qui da noi". Lo ha detto questa mattina Luca Zaia durante la conferenza stampa dalla sede della Protezione civile di Mestre. Nonostante la campagna di vaccinazioni fatichi a decollare, il governatore ipotizza che, grazie anche all'arrivo del vaccino J&J (14.500 dosi già venerdì), entro il 21 giugno saranno vaccinati tutti gli over 60. Ma chiede anche al premier Mario Draghi di "rompere il muro dei contratti europei e acquistare le dosi di vaccino sul mercato libero".

Nelle ultime 24 ore Zaia ha spiegato che i contagi sono stati 587 e 11 decessi, ma tornano a salire i ricoveri negli ospedali (2.122 totali, 26 in più rispetto a sabato). "Se avessimo la vecchia classificazione saremmo in zona gialla, ma è pur vero che il virus circola, 70-80 ricoveri al giorno lo dimostrano - ha sottolineato - da oggi è partito il progetto delle scuole sentinella del professor Baldo che ci darà la dimensione della circolazione del virus. Stiamo lavorando con gli altri governatori per le nuove linee guida delle riaperture. E io resto convinto che sia necessario cambiare il modello dei 21 parametri. Per maggio ci sarà un lento e graduale allentamento delle misure". Rispetto alle vaccinazioni, Zaia spiega che sono disponibili in Regione 87mila dosi, nelle ultime 24 ore ne sono state somministrate oltre 21mila: "Il commissario Figliuolo ha confermato che in settimana arriveranno 136mila dosi di Pfizer, 13mila di AstraZeneca, 154.600 di J&J. Ma da settimane non si capisce che storia ci sia dietro a Moderna, che non arriva più".

Sulla questione delle vacanze estive, Zaia è rimasto scosso da un incontro con la stampa estera: "E' emerso che molti all'estero non sapevano che noi quest'estate siamo aperti. Lo eravamo l'anno scorso senza vaccini, ragione di più quest'anno. Il mondo è interessato a sapere quali sono le regole. A meno che Roma non ci fermi, per noi chi avrà il vaccino non avrà problemi, porte aperte in Veneto e non chiederemo che tipo di vaccini. Molti sono preoccupati per le mini quarantene e tamponi, lì dovremo lavorare sulle linee guida. Nel corso dell'incontro ho ringraziato Anthony Fauci per le dichiarazioni che ha fatto. Ha detto che per ottobre spera che il turismo torni alla normalità e che non vede l'ora di tornare in Italia".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette