06/05/2021

Rugby

Ci lascia una delle leggende del rugby italiano

Marco Bollesan, nato a Chioggia, aveva 79 anni ed è stato il capitano più iconico della storia del rugby azzurro

E' morto Marco Bollesan, icona del rugby italiano

Marco Bollesan ai tempi in cui guidava la nazionale azzurra

ITALIA - Marco Bollesan era una delle leggende del rugby italiano.

E' morto a 79 anni a Genova, la città che lo aveva adottato, lui chioggiotto di nascita.

Di certo è stato il capitano più iconico della storia del rugby azzurro, con le sue 47 presenze in nazionale (quando le partite si contavano ogni anno sulle dita di una mano); nazionale che ha poi guidato come allenatore nel Mondiale del 1987, la migliore di sempre disputata dalla squadra italiana.

Terza linea centro, era nato a Chioggia 79 anni fa, ma poi la sua vita sportiva l'aveva sviluppata tutta a Genova.

La scorsa estate aveva vinto il Covid, poi è arrivata la malattia che se l'è portato via.

Nella sua carriera ha vinto due scudetti con Brescia e Partenope Napoli, e ha indossato le maglie di Cus Milano, Amatori Milano e Cus Genova. Dopo avere appeso le scarpette al chiodo ed avere guidato la nazionale, è stato tecnico di Milano, Livorno, Alghero e Cus Genova. 

Per il rugby italiano è un nuovo grave lutto dopo la morte, poche ore prima, di Massimo Cuttitta, un altro dei grandi alfieri della palla ovale. Tra l'altro Bollesan e Cuttitta avevano lavorato insieme per anni, contribuendo a costruire la favola dell'Amatori Rugby Alghero portata fino alla Serie A1.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette