11/04/2021

ROSOLINA MARE

Ivano, un’altra vittima del Covid

Ivano Favaretto aveva 72 anni, lascia la moglie Lucia e il figlio Giorgio

Il virus si è portato via Ivano

ROSOLINA MARE - Un’altra vittima del Covid. E’ morto Ivano Favaretto, 72 anni. Aveva vissuto diversi anni a Rosolina Mare, la moglie Lucia, fino a qualche anno fa, aveva una rosticceria alla terza rotonda che conduce a piazza San Giorgio. Ivano era nativo di Cremona, poi si era trasferito a Padova. Successivamente si era trasferito nella località balneare, perché lavorava come rappresentante di generi alimentari per tutta la Provincia di Rovigo, per cui Rosolina Mare era per lui un punto strategico. Aveva un figlio, Giorgio, che ha un locale tra Vicenza e Padova. Ivano aveva vissuto tanti anni a Rosolina Mare, poi, insieme alla moglie, aveva deciso di ritornare nella zona di Padova per stare vicino al figlio.

Era molto stimato e apprezzato nella località di mare e nel 2000 aveva fondato, insieme ad alcuni amici, la squadra di calcio Havana Fc Rosolina Mare. Lui era stato l’allenatore, il presidente era Ruggero Chieregato; il vicepresidente Tiziano Pavanello. Devis e Denni Benizzi, che hanno un supermercato, erano due giocatori della squadra amatoriale. “Era una persona buona e di compagnia – racconta Denni - Era un appassionato di calcio e andavamo spesso insieme a vedere le partite del Milan, di cui era un grande tifoso come me. Insieme abbiamo anche festeggiato quando il Milan ha vinto la Coppa dei Campioni”. Aggiunge che aveva visto Ivano proprio 10 giorni fa e che stava bene. Ma che purtroppo, soffrendo di asma, il Covid ha peggiorato la situazione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette