13/04/2021

Vaccinazioni

"La bella notizia: sbloccato il lotto di Astrazeneca"

Zaia: "22mila dosi che ci permettono di fare vaccini anche domani, ma poi non ne abbiamo più, se non arrivano le nuove forniture"

Virus, eventi avversi: stop in Italia per un lotto di vaccino AstraZeneca

VENETO - "Siamo i primi in Italia per vaccinazioni. Per questo voglio ringraziare tutto il personale nella sanità impegnato nelle vaccinazioni: abbiamo 1.300 persone schierate tutti i giorni". Lo ha sottolineato il presidente del Veneto Luca Zaia oggi, lunedì 29 marzo, nel corso del punto stampa.

Ma il governatore del Veneto ha tenuto ad avvertire: "Per vaccinare però ci vogliono i vaccini. Abbiamo la bella notizia che è stato sbloccato il lotto di Astrazeneca di Biella: sono 22mila dosi che ci permettono di fare i vaccini anche domani, ma poi non ne abbiamo più, se non arrivano le nuove forniture", che secondo l’assessore alla salute Manuela Lanzarin dovrebbero essere: "Per domani è previsto l'arrivo di 83mila dosi Pfizer mentre per AstraZeneca si tratta di 100mila dosi per fine settimana".

Zaia ha poi tenuto a precisare che "la vaccinazione ad accesso diretto che abbiamo provato ieri a Treviso funziona". "L'ho voluta io e ho lanciato il cuore oltre l’ostacolo, e ieri è andato bene - ha detto - perché su 3.426 persone della classe 1936 ne sono state vaccinate il 79,5% mentre 768 accompagnatori, per lo più coniugi". Così per Zaia non c'è dubbio che "il modello è applicabile e deve essere operativo come sistema alternativo qualora i sistemi informatici di prenotazione dovessero avere problemi". 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette