22/01/2021

CORONAVIRUS IN POLESINE

Vaccinazioni di massa, si faranno a Porto Viro, Adria, Rovigo, Lendinara e Trecenta

Individuati i cinque punti dislocati sul territorio per la somministrazione dei vaccini anti covid alla popolazione

ROVIGO - Saranno Porto Viro, Adria, Rovigo (il Censer, in particolare), Lendinara e Trecenta i cinque punti individuati dall'Ulss e approvati dalla conferenza dei sindaci che ospiteranno la vaccinazione di massa, a partire dalla categoria degli over 80 già, ipoteticamente, da febbraio. "Oggi con i sindaci del territorio abbiamo affrontato un tema importante: l'individuazione dei punti dislocati sul territorio per la vaccinazione della popolazione contro il coronavirus - spiega Antonio Compostella, direttore dell'Ulss 5 Polesana - Le vaccinazioni della popolazione, infatti, finita la prima fase dedicata al personale sanitario e delle Rsa, non saranno più effettuate nei centri di vaccinazione degli ospedali o nelle case di riposo ma in luoghi dislocati sul territorio che abbiano determinate caratteristiche come ampi spazi e parcheggi, per esempio oltre ad altri criteri di sicurezza".

"Abbiamo presentato ai sindaci una ipotesi organizzativa che suddivide la provincia in cinque aree: estremo Delta, Delta e Medio, rodigino e Altopolesine diviso obliquamente in due parti - spiega Compostella - Tutte queste aree sono sovrapponibili come densità di popolazione. E dovrebbero essere Porto Viro (magari facendo tre giorni a Porto Viro e tre a Porto Tolle), Adria, Rovigo in particolare il Censer, Lendinara e Trecenta (magari tre giorni a Trecenta e tre giorni a Castelmassa). Ora dovranno essere individuate le strutture idonee in ognuna di queste aree".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette