24/01/2021

ROVIGO

Arrestato marocchino: le prende il telefono e la violenta ripetutamente, poi continua a perseguitarla

La ragazza ha trovato il coraggio di denunciare il suo aggressore, permettendo l'avvio alle indagini

Polizia  posti di blocco 3

ROVIGO - All'inizio, sembrava un normale rapporto di coppia, ma, ben presto, la realtà è mutata: gelosia, divieti, liti, botte. Un giorno, addirittura, il giovane marocchino avrebbe sequestrato il cellulare alla compagna e connazionale, stuprandola poi ripetutamente, per poi andarsene tranquillo al lavoro. Appena ripresasi, la donna ha trovato il coraggio, sempre secondo questa ricostruzione dei fatti, di andare in questura a denunciare l'accaduto, dando l'avvio alle indagini, coordinate dal dirigente Gianluca Gentiluomo.

Intanto, però, il violentatore avrebbe ripreso la vita di sempre, pretendendo che nulla fosse cambiato: chiamate, passaggi sotto casa della donna. In una occasione, le sarebbe addirittura entrato in casa, forzando una finestra. Alla fine, grazie alle scrupoloso lavoro di indagine del personale della mobile, la Procura ha chiesto e ottenuto, a suo carico, la custodia cautelare in carcere, la misura più pesante possibile.

Provvedimento immediatamente eseguito dal personale della mobile.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette

Da oggi è in vigore il nuovo Dpcm: ecco cosa cambia
CORONAVIRUS IN ITALIA

Oggi entra in vigore il nuovo Dpcm