22/01/2021

CORONAVIRUS IN VENETO

Bollettino: 2003 nuovi contagi e 34 decessi

Zaia: "Abbiamo 600 ricoverati in più rispetto a marzo. Lo capite perché non bisogna fare assembramenti"

Zaia: “Basta bufale sull’autonomia”.

Luca Zaia

VENETO - "Sono 145mila 192 i positivi riscontrati in veneto dall'inizio della pandemia, + 2003 nelle ultime 24 ore. Per quanto riguarda i ricoveri sono 2608 in area non critica (+ 26 nelle ultime 24 ore) e 339 in terapia intensiva (+ 8 nelle ultime 24 ore). Purtroppo si registrano altri 34 decessi. Questa mattina abbiamo visto in riunione i grafici che ci dicono che abbiamo raggiunto una fase delle curva che consideriamo apicale, non si cresce e non si cala, siamo in una fase di stabilità. Ovvio che questo non può dare indicazione o fare tendenza. Il covid è spesso riuscito a prenderci in contropiede. Abbiamo rapporti con la Corea che ci dice che adesso hanno una recrudescenza del virus, eppure erano considerati l'avanguardia nella lotta al covid. E' quindi necessario che tutti facciano la loro parte. Oggi mi ha scritto una donna con una patologia oncologica grave al pancreas, le hanno procrastinato la visita di due mesi. Ecco perché parliamo di assembramenti: più cresce il contagio meno posti ci sono in ospedale! Ora abbiamo 3mila persone ricoverate nei nostri ospedali con il covid. Oggi abbiamo meno incidenza di positivi in proporzione ai tamponi che effettuiamo e minore mortalità rispetto a marzo ma abbiamo 600 ricoverati in più rispetto a marzo. Lo capite perché non bisogna fare assembramenti". Sono i numeri del bollettino regionale illustrato dal presidente della Regione, Luca Zaia.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette