22/01/2021

CORONAVIRUS IN VENETO

"Siamo tutti per la scuola in presenza, ma negare che i focolai scolastici non esistano è sbagliato"

Zaia: "Sono oltre 3mila gli stutendi attualmente positivi, soprattutto dai 7 ai 14 anni"

Mascherine, “portatele da casa”

VENETO - "Da febbraio ad oggi i bimbi positivi al covid sono 9431 in totale. In veneto la classe di età più colpita è quello che va dai 7 ai 14 anni: sono oltre 6mila e attualmente positivi oltre 3mila", così il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia.

"Siamo tutti per la scuola in presenza, ma negare che i focolai scolastici non esistano è sbagliato. Anche perché in questo momento non sono i trasporti il problema. E' fondamentale conoscere i dati. So che c'è dibattito ma devo dire che nessuno ci ha chiesto di riaprire le scuole prima di Natale - continua Zaia - Varrebbe la pena di riaprire dopo l'8 gennaio ma con la capacità di gestire i focolai. Bisogna esserne consapevoli. Il virus entra a scuola da fuori ma poi comincia a espandersi in classe e poi nelle famiglie. Noi siamo gli unici che entrano in classe a fare i tamponi subito".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette