22/01/2021

CORONAVIRUS IN POLESINE

"Adria è stata salvaguardata: questa direzione non ha alcuna intenzione di smantellare i servizi dell'ospedale"

Compostella, direttore generale dell'Ulss risponde alle accuse sulla chiusura della pediatria di Adria

84648

L'ospedale di Adria

ADRIA - "Ritorno sulla polemica della pediatria di Adria. Facciamo un ragionamento così i cittadini possono trarre da soli le loro considerazioni. Tutto il Polesine deve essere grato al sacrificio che sta compiendo l'ospedale di Trecenta, non solo i muri ma anche tutto il personale che lavorava a Trecenta ed ora è impegnato tutto nell'emergenza covid. Nei 109 ricoverati che sono a Trecenta, una trentina vengono dal bassopolesine. Insomma Trecenta sta svolgendo una funzione per tutto il Polesine. Ci sono 190 operatori oltre a 40 medici che stanno operando dentro l'ospedale di Trecenta. Buona parte del personale soprattutto infermieristico e oss viene da Trecenta, una grossa fetta viene da Rovigo. A Rovigo abbiamo dovuto chiudere la Pneumologia e trasferito il personale a Trecenta. Abbiamo chiuso 50 posti letto di area chirurgica, abbiamo drasticamente diminuito l'attività chirurgica e accorpato l'area medica. Abbiamo chiuso 70 posti letto per garantire personale all'ospedale Covid", sono le parole del direttore generale dell'Ulss 5 Polesana, Antonio Compostella, che torna sulla polemica per la chiusura della pediatria di Adria.

"A Rovigo stiamo comunque garantendo buona parte dell'attività ordinaria oltre alle attività specialistiche ambulatoriali e diagnostiche. E chiaramente tutte le urgenze - continua Compostella - Per quanto riguarda Adria abbiamo cercato di salvaguardarla sia per l'attività chirurgica (chiuse solo 5 sedute settimanali contro le 25 di Rovigo), abbiamo chiuso due posti letto di pediatria, togliendo solo i ricoveri che sono trasferiti a Rovigo, e abbiamo spostato solo 6 infermieri, tre dalla pediatria che sono stati spostati al punto di accesso diretto tamponi di Adria e tre che hanno volontariamente dato adesione per andare a lavorare in area intensiva a Trecenta. Facendo due conti si capisce bene che Adria è stata salvaguardata. E' stata una scelta di tipo organizzativo e questa direzione non ha alcuna intenzione di smantellare i servizi dell'ospedale di Adria".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette