29/11/2020

OPERAZIONE DI POLIZIA

Un vero e proprio laboratorio dedito al confezionamento di droga in casa

Sequestrati oltre 30 chili di eroina pura e qualche etto di cocaina a Memaj Idrit, 23enne di origini albanesi residente a Prato

ROVIGO - Ieri pomeriggio, 28 novembre, i poliziotti della "Sezione Antidroga" della Squadra Mobile di Padova, dopo un controllo su strada in questa via Turazza, hanno fatto irruzione in un’abitazione di Bosaro (Ro), sequestrando oltre 30 chili di eroina pura e qualche etto di cocaina. In manette il 23enne Memaj Idrit, di origini albanesi residente a Prato.

L'operazione nasce dal controllo del giovane albanese, in via Turazza a Padova, mentre si trovava alla guida di una “Polo” bianca, auto di modello e colore corrispondente ad un’autovettura segnalata ai poliziotti della Squadra Mobile perché ritenuta sospetta, essendo stata notata muoversi abitualmente in zona Forcellini ed Ospedali di Padova, a ridosso della zona Portello, notoriamente frequentata da pusher di origini maghrebine, alcuni dei quali tratti in arresto nelle settimane scorse.

L’attività info-investigativa, consistita soprattutto nell’analisi di alcuni sistemi di videosorveglianza cittadini, ha portato ieri al controllo su strada. Il giovane ha inizialmente tentato di mostrarsi tranquillo, a tratti spavaldo, chiedendo persino conto e ragione del controllo cui era sottoposto.

Invitato innanzitutto ad indossare la mascherina al cospetto dei poliziotti, in ragione dei sospetti già maturati nei suoi confronti (confermati oltremodo proprio dal suo atteggiamento, ovvero dall’aver voluto ostentare a tutti i costi sicurezza), il giovane è stato perquisito sul posto. Essendo noto ai poliziotti che le autovetture di quel modello dispongono di un vano sotto il sedile lato passeggero (una sorta di porta oggetti), nell’aprire lo stesso hanno potuto da subito rinvenire tre involucri (coperti con dei comunissimi calzini di cotone), contenenti della sostanza stupefacente del tipo eroina per un totale di sette etti e mezzo. Unitamente alla sostanza è stata sequestrata pure la somma di 520 €uro suddivisa in banconote di vario taglio, probabile provento di parte dell’attività di vendita già posta in essere in questo capoluogo.

I risultati dell'attività investigativa hanno così portato, soltanto in tarda serata, alla perquisizione di un appartamento posto al secondo piano in località Bosaro. Lì è stato scoperto un vero e proprio laboratorio dedito al confezionamento dello stupefacente. I poliziotti, con grande sorpresa, e purtuttavia trovando conferma ai sospetti iniziali, hanno rinvenuto e sequestrato complessivamente più di 30 chili di eroina ed alcuni etti di cocaina.

Tutto l’appartamento era adibito a raffineria della droga. Oltre alle predette sostanze stupefacenti, sono stati rinvenuti e sequestrati un frullatore, dei crick idraulici, delle presse, bilance per pesature, una macchina per sottovuoto, una maschera antigas, un setaccio e materiale vario per il confezionamento della droga.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette