29/11/2020

CORONAVIRUS IN ITALIA

"Sappiamo che è un grosso sforzo, ma già da martedì partiranno i ristori per chi chiude"

Il premier Conte presenta il nuovo Dpcm alla Nazione

CONTE

Il premier Giuseppe Conte si rivolge agli Italiani

ITALIA - Dopo la firma, avvenuta in mattinata del nuovo Dpcm, che dispone severe regole anti contagio (per l'elenco completo delle disposizioni clicca qui), il premier Giuseppe Conte ha parlato in diretta agli Italiani verso le 13.45, per spiegare il provvedimento appena emanato e che avrà effcacia sino al prossimo 24 novembre.

"Il contagio e lo stress sul Servizio sanitario nazionale hanno raggiunto livellopreoccupante, Rt soglia critica a 1,5 - l'eleveto numero delle persone positivie ha sfiorato quota 20mila. Questo rende molto difficoltose le operazioni di tracciamento. Il Governo si è dato l'obbiettivo di tenere sotto controllo la curva epidemiologico: solo in questo modo gestiremo la pandemia senza rimanerne sopraffattu. Gestirla significa fare in modo che il Servizio sanitario continui a garantire cure e ricoveri a tutti i cittadini e a scongiurare un secondo lockdown, che il Paese non può più permettersi. Dobbiamo evitare di ritrovarci a dovere scegliere tra salute ed economia. Dobbiamo prioteggerle assieme. Da qui la necessità di misure maggiormente restrittive".

Poi, il premier ha riassunto tutte le disposizioni elencate nel Dpcm, la più impattante della quale è sicuramente quella che dispone la chiusura di bar, pub, ristoranti, locali pubblici di questo genere alle 18, tutti i giorni della settimana, con alcune attività, come centri estetici e attività del tutto sospese.

"Raccomandiamo fortemente lo smart working - ha proseguito il premier - e confidiamo in questo modo di alleggerire l'afflusso sui trasporti pubblici. Non abbiamo introdotto il coprifuoco, ma ripetiamo: muovetevi solo per motivi di salute, studio, lavoro o necessità assoluta. Questo è un momento complesso, il Paese è stanco e la pandemia ci sta provando seriamente, provoca rabbia e frustrazione, provoca nuove disuguaglianze. Ci sono persone meno tutelate, che non possono contare su una entrata fissa".

"Mi rendo conto che ad alcune categorie stiamo chiedendo enormi sacrifici - ha proseguito - Mi prendo un impegno, a nome del governo: gli indennizzi sono già pronti. Ci saranno contributi a fondo perduto. I ristori arriveranno direttamente cui conti corrente dei diretti interessati, con bonifico bancario dei diretti interessati, tramite la Agenzia delle Entrate".

"Ci saranno contributi a fondo perduto, cancelleremo la seconda rata Imu, verrà confermata la  cassintegrazione, ci sarà una nuova entrata mensile per varie categorie di lavoratori, come gli stagionali del turismo, e una ulteriore rata del reddito di emergenza. Chi sarà costretto a fermare le proprie attività avrà un sostegno economico per affrontare queste settimane. L'Italia in questi momento sa mostrare la propria forza: in questo mese riusciremo ad abbassare la curva e ad affrontare il Natale con maggiore serenità". Le misure, ha spiegato il premier a fine conferenza, saranno (almeno questo è l'obiettivo) pubblicate in gazzetta e quindi pronte a partire già da martedì prossimo.

"Ricordo che già a dicembre dovrebbero arrivare le prime dosi del vaccino. L'Italia è un grande paese. Lo ha dimostrato già la scorsa primavera, quando ha affrontato la fase maggiormente acuta: ce la faremo anche adesso. Siamo un grande Paese e i grandi Paesi lo sono sempre. Ce la faremo".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette